stupro reggio emilia

Una vicenda terribile quella che giunge da Reggio Emilia e che risale, a rigor di denuncia, allo scorso settembre sebbene se ne sia venuti a conoscenza solamente oggi, a poche ore da una svolta. Una ragazza di appena 23 anni, incinta di 5 mesi, denunciò di essere stuprata da due uomini: oggi, uno dei due è stato fermato dai carabinieri.

Incinta di 5 mesi stuprata da due uomini

Per aver chiaro il quadro della situazione è più che necessario ripercorre a ritroso la vicenda fino allo scorso settembre, quando si è consumata la violenza.

La protagonista di questo triste dramma è una ragazza di appena 23 anni, allora incinta di 5 mesi, di origine emiliane. La ragazza si trovava con alcuni amici in un bar della zona quando ha accettato il passaggio di un uomo di 45 anni di origine marocchine. Uno sconosciuto per la ragazza ma non per l’amico che l’avrebbe rassicurata. Quel passaggio però, è stato per lei cruciale e drammatico. L’uomo infatti non ha mai avuto intenzione di riportarla a casa come aveva promesso, avendo la ragazza declinato l’invito ad andare in discoteca essendo in stato imbarazzante.

stupro reggio emilia

Immagine di repertorio

Lo stupro nell’appartamento

Era già salita a bordo dell’auto dell’uomo quando ha iniziato a intercettare il pericolo. Durante il tragitto, che non la stava riconducendo a casa, l’uomo alla guida si è fermato a caricare a bordo un altro uomo la cui identità, tutt’ora, permane sconosciuta. Insieme, i due, hanno poi portato la ragazza in un appartamento ove, senza aver nemmeno riguardo per la sua gravidanza, l’hanno violentata. Dopo lo stupro, i due uomini avrebbero poi somministrato a forza della birra alla ragazza con il fine di stordirla per poi abbandonarla nel bar dove l’avevano caricata.

La denuncia è stata sporta a pochissime ore dall’accaduto, quando la ragazza si trovava ancora in evidente stato di shock, un trauma con cui ancora oggi fatica a convivere. La ragazza intanto è anche diventata madre del bimbo mentre i carabinieri l’hanno informata di essere riusciti a intercettare uno dei due uomini, il 45enne che l’aveva avvicinata al bar. L’uomo, di origine marocchina, è stato trasferito in ospedale e verrà sottoposto domattina ad un severo interrogatorio.

Del secondo uomo, tutt’ora, non si ha traccia.