Gli ruba le chiavi e il cellulare per scherzo, il migliore amico l'accoltella

Ryan Preston, 27 anni, ha ucciso l’amico di una vita Daniel Kennell anche lui 27enne, durante una serata a basa di alcol e droga. Daniel gli aveva nascosto le chiavi della macchina e il cellulare, così Ryan si è vendicato dello scherzo pugnalandolo al cuore. Un gesto che gli è costato 22 anni di carcere. Il fatto è successo a Wyken, Coventry, in Inghilterra. A riportare la notizia è il Coventry Live.

Un’amicizia finita nel sangue

Un’amicizia iniziata tra i banchi della scuola elementare che si è conclusa in un’inaspettata tragedia.

Ryan Preston e Daniel Kennel erano vicini di casa e si conoscevano da anni e, da anni, condividevano momenti della loro vita. I due uomini si ritrovavano spesso insieme condividere alcol e droga ed è proprio in una di queste occasioni, l’8 luglio scorso, che Daniel Kennell ha perso la vita per mano di quello che lui considerava il suo migliore amico. Quella sera la tensione tra i due era già palpabile. Secondo alcune testimonianze, Ryan si era rifiutato di dividere la sua cocaina con l’amico che l’aveva già consumata tutta.

Questo avrebbe incattivito Daniel al punto da provocare l’amico, prima punzecchiandolo parlando della sua ex fidanzata e poi rubandogli le chiavi della macchina, il cellulare e la cocaina.

ryan preston

Ryan Preston. Foto: West Midlands Police

La condanna a 22 anni di carcere

Dopo un primo litigio in cui i due vengono alle mani, Ryan Preston torna a casa, ma, incapace di dimenticare il comportamento dell’amico, decide di tornare al contrattacco brandendo un coltello. Dopo essere venuti nuovamente alle mani, Ryan Preston pianterà il coltello dritto nel cuore dell’amico uccidendolo con un solo colpo.

Qualche tempo dopo, rinchiuso in cella, dirà sconvolto: “Ho ucciso il mio migliore amico”. In questi giorni Ryan Preston è stato trovato colpevole dell’omicidio di Daniel Kennel. Colpa che sconterà con 22 anni di carcere.

Daniel Kennell. Foto: Kennell Family

Daniel Kennell. Foto: Kennell Family

(Foto copertina: Daniel Kennell)