ansa_miller evidenza

Il cinema perde un altro grande pilastro: è morto Dick Miller, apparso in film come Pulp Fiction (dove però le sue scene furono cancellate in fase di montaggio), Terminator, Gremlins e tanti altri grandi successi cinematografici.

L’attore aveva 90 anni ed ha avuto una carriera lunga 60 anni. Miller ha lavorato con tanti grandissimi registi, come Steven Spielberg, Joe Dante e Quentin Tarantino. Non si ha alcuna conferma sulle cause della morte, che è avvenuta nella giornata di oggi a Los Angeles. Miller ha avuto una moglie, Lainie, deceduta prima di lui, così come la figlia Barbara e la nipote Autumn.

Una lunghissima carriera

La carriera di Dick Miller è stata una delle più prolifiche di Hollywood: oltre ad aver preso parte  al casti di più di 100 film, Miller ha anche partecipato (spesso come guest star) a molte serie tv. Non ci sono state solo macchine da presa, però, nella vita del divo del Bronx: prima di cominciare a fare cinema Miller fu un pugile peso medio, nonché un addetto negli ospedali Bellevue Hospital e Queens General Hospital.

miller interna

Dick Miller

La storia del cinema, in secondo piano

Miller non è stato solo un attore (un grande caratterista, peraltro) ma si occupò anche di regia al fianco di grandi nomi come Spielberg, Martin Scorsese, Joe Dante.

Quest’ultimo, in particolare, strinse numerosissime partnership con Miller e i due lavorarono insieme in quasi tutte le pellicole di Dante.

Proprio il regista ha scritto bellissime parole sul collega-amico, su Twitter: “Sono devastato nel riferire che uno dei miei migliori amici e collaboratori più preziosi è scomparso. Sono “cresciuto” (un po’) guardando Dick Miller nei film degli anni ’50 in poi ed ero entusiasta di averlo nel mio primo film.

Ci siamo entusiasmati e in ogni sceneggiatura da allora in poi ho sempre cercato un ruolo per Dick – non solo perché era mio amico ma perché adoravo vederlo recitare! Lascia oltre 100 spettacoli, una biografia e un documentario su di lui – non male per un ragazzo che non ha quasi mai avuto un ruolo da protagonista”.