ambulanza incidente lavoro

Anche oggi una nuova violenza ai danni di una donna, una ex fidanzata colpevole probabilmente di aver lasciato il compagno. La notizia giunge da Vercelli dove un uomo, di circa 50 anni, ha speronato l’auto della fidanzata, una donna di circa 40 anni, per poi darla in pasta alle fiamme con lei viva, dentro l’abitacolo.

Vercelli, litigano nel parcheggio e dà fuoco all’auto della ex

È terribile quanto accaduto a Vercelli intorno alle 10 di questa mattina. La vicenda è avvenuta all’interno di un’area commerciale, precisamente nel parcheggio dirimpetto al Carrefour, sulla tangenziale ovest della città piemontese. Da tempo, secondo una prima e abbozzata ipotesi formulata dai carabinieri, l’uomo vessata l’ex compagna con minacce.

Minacce che la donna aveva già provveduto a denunciare puntualmente ma che tuttavia non hanno impedito all’uomo di continuare a ossessionarla. Sarà onere dei carabinieri ricostruire l’accaduto chiarendo così se si sia trattato di un appuntamento tra i due o dell’ennesimo pedinamento dell’uomo ai danni della ex.

vercelli

Il centro di commerciale di Vercelli al di fuori del quale, stamattina, si è consumata la violenza

Estratta viva dall’auto, ora è gravissima al Cto di Torino

Quella di stamattina sembra essere solamente l’ultimo capitolo di una storia violenta con già un pregresso nel tempo.

Questa mattina, dopo l’ennesima litigata nel parcheggio, lui ha iniziato a speronare la macchina dell’ex cercando di bloccarla. Dopo averla colpita, anche se sono ancora incerte le dinamiche, l’uomo ha dato fuoco all’auto della ex con lei dentro. Sarebbe dunque sceso dalla propria auto per cospargere di liquido infiammabile l’auto della donna, per poi appiccare il fuoco. Sono immediatamente accorsi sul luogo i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. Dopo aver spento le fiamme, la donna è stata estratta dall’auto ancora viva e trasportata d’urgenza inizialmente all’ospedale più vicino, quello di Vercelli, poi al Cto di Torino dove risulta tuttora ricoverata in condizioni critiche.

L’uomo è stato prontamente arrestato dai carabinieri a cui sembra già aver deposto la propria confessione, costituendosi per quanto fatto.