Sanremo 2019: le pagelle della serata, chi sale e chi scende

Ieri sera si sono esibiti tutti i 24 cantanti in gara e, se il primo ascolto non premia mai la canzone migliore, qualcuno invece ha già le idee chiarissime. I social di certo premiano Simone Cristicchi che ha risvegliato l’attenzione di tutti con il suo testo Abbi cura di me. Mentre bocciano senza pietà la coppia Claudio Bisio – Virginia Raffaele.

I bocciati

Più che le bocciature dei cantanti, il pubblico non ha risparmiato i conduttori. A Claudio Baglioni il pubblico era abituato, così come alle sue canzoni, a disturbare più che altro sono stati i suoi compagni di viaggio. La gaffe di Virginia Raffaele: “Salutiamo i Casamonica“, non è passata inosservata a nessuno.

Va bene andare a briglia sciolta, ma forse questa volta si è osato troppo.

Ad osare troppo è anche la giacca di Bisio: che però ha reso divertenti i social invece che deprimenti. Un abbigliamento accattivante che almeno ha fatto ridere. Un po’ meno l’esibizione Nella vecchia fattoria, quando sui social si rimpiangeva la coppia Maria De Filippi e Carlo Conti.

Momento top

A conquistare il pubblico a colpi di sarcasmo ci ha pensato Patty Pravo. Arrivata sul palco insieme a Briga, pronta per prendersi il suo pubblico, qualcosa non è andato come previsto.

Gli unici pronti parevano essere loro due, mentre l’orchestra ha fatto fatica “a prendere il la”. Dopo due false partenze, alla fine la diva non si è più tenuta: “Ma sono venuta qui a fare una passeggiata o a cantare?“. Il pubblico è tutto dalla sua parte e alla fine l’esibizione parte, ma non è di quelle che conquistano il pubblico.

I voti ai cantanti

Mauro Sabbione, ex tastierista dei Matia Bazar, all’AdnKronos ha dato qualche voto. Ultimo, vincitore dei Giovani lo scorso anno, conquista il palco con I tuoi particolari, e prende voto 10. Anche Simone Cristicchi, Abbi cura di me.

A conquistare invece tutta la sala, ci ha pensato Loredana Bertè, la vera intramontabile della serata. Resta però il giudizio più importante, che è quello del pubblico.