annalisa minetti

18 anni fa la bellezza del mondo intorno a lei si è spenta a causa di una malattia genetica. Gli occhi di Annalisa Minetti si sono oscurati e non hanno più potuto vedere. Lei, però, continua a lottare e spera che un intervento innovativo le restituisca ciò che le è stato tolto. Vedere i volti dei suoi figli è il suo desiderio più grande.

La sofferenza di non riuscire a vedere i suoi figli

La cantante e atleta paralimpica Annalisa Minetti è anche la mamma energica e combattiva di Fabio, 10 anni, e della piccola Elena, di appena 10 mesi. Nonostante le numerose critiche per aver avuto un nuovo figlio, Annalisa è piena di amore verso di loro e non desidera altro che poterli vedere crescere.

La sua cecità, però, ostacola questi sogni. Intervistata da Oggi ha nuovamente raccontato il suo dolore acuto e opprimente: “Non conoscere il loro volto è l’unica cosa che mi fa soffrire. Quando mi dicono che Elena è bella, mi tappo le orecchie. Non posso permettermi di pensare: ‘Bella sì, ma come? Come sono i suoi occhi? Come sarà il suo naso?’”. Il suo è un tormento straziante: sentire il respiro della figlia, i suoi pianti e le sue risate senza dare un volto a quella vita palpitante vicino a lei.

Annalisa Minetti

La cantante Annalisa Minetti

Un microchip che elabora le immagini

Come ormai sappiamo, però, la scienza sta facendo passi da gigante. Esiste un intervento innovativo che potrebbe dare nuove speranze e restituire i volti dei bambini a una mamma che, per ora, può soltanto immaginarli. Annalisa Minetti ne ha parlato fiduciosamente: “C’è una tecnica nuova, riconosciuta, sto aspettando che evolva. In pratica, mettono un microchip dietro la retina. Non si pensa più a ripararla, si salta l’ostacolo, è il microchip che elabora le immagini”. Si tratterebbe di un’immagine sfocata e velata e non ad alta definizione, ma permetterebbe comunque di restituire allo sguardo quella emozionante realtà che finora gli è stata negata.

annalisa minetti

Annalisa Minetti. Immagine da Instagram