Sam Lloyd, attore di "Scrubs": la tragica notizia del cancro ai polmoni

Il 2019 era iniziato sotto i migliori auspici per l’attore americano Sam Lloyd, 55 anni. Noto per il ruolo dell’avvocato Ted nella celebre sitcom Scrubs,  è il nipote di Christopher Lloyd, il famoso "Doc" di Ritorno al futuroL'attore, appena diventato padre, stava lavorando ad un musical. I suoi progressi nel teatro si sono, tuttavia, dovuti interrompere a causa di una inaspettata diagnosi.

L’attore aveva attribuito i dolori al troppo lavoro

Sottovalutare la propria salute quando si hanno troppi impegni è un errore che molti fanno. Così è stato per Lloyd, che per settimane aveva ignorato i forti dolori alla testa e la perdita di peso. Sintomi che facilmente possono essere scambiati per conseguenze della stanchezza. A far passare in secondo piano gli strani sintomi anche la nascita del  figlio di Lloyd, Wenston. Insieme a sua moglie Vanessa, l’attore ha infatti investito molte energie nel prendersi cura del bambino, prestando meno attenzione ai problemi di salute.

[caption id="attachment_334125" align="alignnone" width="854"]Sam Lloyd, attore della serie tv Scrubs: combatte il cancro con il sorriso Lloyd con sua moglie Vanessa e il piccolo Wenston. Fonte: gofundme.com[/caption]

Una TAC ha rivelato l’inaspettata malattia

A causa dei mal di testa sempre più forti, l’attore non ha potuto fare altro che sottoporsi a delle visite. Una TAC ha così rivelato l’origine dei suoi dolori: una massa tumorale all'interno del cervello. Nel giro di poche ore l’attore è stato sottoposto ad un intervento. L’operazione, tuttavia, si è rivelata inutile. In seguito ad ulteriori esami è stato infatti accertato che il tumore si era metastatizzato a partire dai polmoni, estendendosi in varie parti del corpo.

[caption id="attachment_334401" align="aligncenter" width="854"]avvocato scrubs sam L'attore in due scene di Scrubs[/caption]

L’umorismo come medicina e il sostegno dei fan

Noto per le sue battute esilaranti e le scene musicali, l’attore  non si lascia abbattere e va avanti con il sorriso. La pagina di gofundme.com, creata per sostenere una raccolta fondi per le cure di Lloyd, racconta infatti come - anche in ospedale – l’attore non abbia perso il suo umorismo. "Poche ore dopo la diagnosi Sam stava tifando per i suoi amati New England Patriots nella sua stanza d’ospedale", riporta la pagina. L’animato tifo per la partita di football ha richiamato l’attenzione dell’infermiera, che avrebbe intimato all'attore di abbassare la voce. Una volta uscita dalla stanza, Lloyd avrebbe scherzato: “Se no cosa fanno, mi uccidono?”. Grazie alla raccolta fondi, gli amici e la famiglia di Sam Lloyd sperano di sostenerlo nella sua guarigione, contando anche sull'affetto dei fan.