Le rimuovono il feto dal pancione per operarlo, poi lo rimettono dentro

Al feto era stato diagnosticata la spina bifida, così la madre ha coraggiosamente scelto di sottoporsi all'operazione per dare alla futura figlia una vita serena

Bethan Simpson, una ragazza incinta di 26 anni, si è sottoposta a un’operazione innovativa che ha salvato la vita di sua figlia, prima che nascesse. Il feto infatti soffriva di spina bifida, così i medici lo hanno tolto dalla pancia della madre, lo hanno operato e lo hanno rimesso nell’utero di Bethan Simpson. L’intervento è stato un successo: sia madre che figlia stanno bene.

Feto operato di spina bifida prima della nascita

Alla 20esima settimana di gravidanza, Bethan e il marito hanno ricevuto una notizia allarmante al Broomfield Hospital di Chelmsford, in Inghilterra. Dalle ecografie risultava che la loro futura figlia era affetta da spina bifida. La spina bifida è una malformazione del midollo spinale che può provocare disabilità motorie e funzionali. Il futuro bambino può andare incontro a paralisi degli arti, difficoltà nel controllo degli sfinteri e ad altre complicazione neurologiche. “Quando abbiamo scoperto che nostra figlia aveva la spina bifida, ci hanno detto che potevamo decidere di interrompere la gravidanza, continuarla o sottopormi a un intervento di chirurgia prenatale. Con questa operazione avrebbero corretto la malformazione prima che la bimba nascesse”, racconta al Sun Bethan, che ha coraggiosamente accettato di finire sotto i ferri per il bene della figlia.

La cicatrice dell'operazione sul pancione di Bethan Simpson. La cicatrice dell’operazione sul pancione. Fonte/Facebook Bethan Simpson 


Un’operazione rivoluzionaria

Arrivata alla 24esima settimana di gestazione, Bethan si è sottoposta all’intervento di chirurgia prenatale al Great Ormond Street Hospital. L’operazione è consistita nel rimuovere il feto dall’utero, aggiustare la spina bifida e poi rimettere il feto nel ventre della madre per completare la gravidanza. L’operazione è stata condotta da medici dell’Inghilterra e del Belgio ed è stata un successo, visto che mamma e figlia stanno bene. Bethan è stata una delle prime donne inglesi ad averla sperimentata. “Purtroppo circa l’80% delle gravidanze vengono interrotte, quando i genitori scoprono che il loro futuro figlio è affetto da spina bifida”, racconta Bethan, “La bambina scalcia ogni giorno, niente è cambiato dall’operazione. Lei è davvero speciale: è entrata a far parte della storia medica e ha dimostrato quanto meriti di vivere questa vita”.

medici*immagine di repertorio


@immagine in evidenza. Fonte/Facebook Bethan Simpson