savona corpo mummificato

Da tempo il medico di base non aveva notizie dell’anziana donna, un lasso di tempo trascorso nel silenzio che lo ha insospettito al punto da allertare gli agenti di polizia. Nessuno, da mesi, aveva notizie della donna sebbene, dalle prime indagini, sembra che effettivamente mai nessuno l’avesse cercata. La donna giaceva sul divano della sua abitazione in provincia di Savona da oltre 6 mesi.

Savona, trovata morta in casa: il cadavere mummificato sul divano

Non è ancora chiaro agli inquirenti cosa sia potuto accadere ad Alba Peirano, la donna di 96 anni il cui corpo è stato trovato dagli agenti di polizia locale ad Albisola, in provincia di Savona.

A dare l’allarme, come abbiamo detto, era stato il medico di base dell’anziana. Un silenzio e un’assenza durato mesi e che ha molto insospettito il dottore che, preoccupato che si fosse verificato qualcosa di spiacevole, ha voluto contattare le forze dell’ordine.

savona corpo mummificato

Una situazione di degrado familiare

La donna, di fatto, si trovava nella sua dimora di Albisola, deceduta per quelle che sembrano essere cause naturali, sul divano di casa sua. Su quel divano però si trovava da circa 6 mesi: indizio di ciò per il medico legale è stato il corpo propriamente mummificato.

Gli agenti di polizia sono all’opera al momento per chiarire quanto sia accaduto alla donna, abbandonata per mesi in un’indifferenza anormale. Oltre alla morte della donna è stato inevitabile però per gli agenti indagare anche sul contesto familiare e quanto venuto alla luce ha lasciato sconcertati gli investigatori. In quell’abitazione di Albisola infatti la donna non era sola: con lei vivevano anche il figlio di 56 anni e il nipote di appena 22 affetto da disabilità. Le condizioni in cui li hanno trovati non hanno lasciato dubbi: un evidente stato di disagio e degrado, motivo per cui si continuerà ad indagare sulla morte della donna e sulle condizioni esistenziali della famiglia.