Theodore McCarrick spretato

A rendere nota la decisione presa da Papa Francesco un comunicato stampa diramato da La Congregazione per la Dottrina della Fede, dove si legge che l’ex cardinale Theodore McCarrick è stato dichiarato colpevole di tutte le accuse e dimesso dallo stato sacerdotale. Da oggi McCarrick, dopo circa 60 anni di sacerdozio non è più un uomo di Chiesa.

Thomas McCarrick è stato “spretato”

Una decisione commentata da molti come un atto dovuto, sta di fatto che l’ex cardinale 88enne è stato dimesso dallo stato clericale. Come riporta il comunicato stampa: “ Il Congresso della Congregazione per la Dottrina della Fede ha emanato il decreto conclusivo del processo penale a carico di Theodore Edgar McCarrick, arcivescovo emerito di Washington, D.C.

con il quale l’accusato è stato dichiarato colpevole dei seguenti delitti perpetrati da chierico: sollecitazione in Confessione e violazioni del Sesto Comandamento del Decalogo con minori e adulti, con l’aggravante dell’abuso di potere, pertanto gli è stata imposta la pena della dimissione dallo stato clericale”.

Theodore McCarrick ANSA

Theodore McCarrick. Credits: ANSA

Sentenza presa lo scorso 11 gennaio, il 13 febbraio invece, a seguito del riesame dei documenti da parte della Sessione Ordinaria della congregazione, tale decisione è stata confermata e notificata a McCarrick due giorni dopo.

“Il Santo Padre ha riconosciuto la natura definitiva, a norma di legge, di questa decisione, la quale rende il caso res iudicata, cioè non soggetta ad ulteriore ricorso”, conclude il comunicato.

Gli abusi perpetuati dal cardinale McCarrick

Un uomo influente, cardinale a Washington, che ha visto le prime accuse contro di lui nel settembre del 2017. Quando un uomo accusò il cardinale di abusi sessuali subiti  negli anni ’60. A seguito di un’indagine disposta dallo stesso Santo Padre, svolta dall’arcidiocesi di New York, sono emerse prove incriminatorie nei confronti del cardinale McCarrick tant’è che quest’ultimo decise di dimettersi dall’incarico lo scorso 28 luglio.

Theodore McCarrick ANSA

Theodore McCarrick. Credits: ANSA

Nel comunicato stampa diramato dal Vaticano lo scorso 6 ottobre, il Papa ha lanciato un messaggio chiaro, “unire le forze e combattere la grave piaga degli abusi dentro e fuori la Chiesa e per prevenire che tali crimini vengano ulteriormente perpetrati ai danni dei più innocenti e dei più vulnerabili della società”.

Chi è Theodore McCarrick

Nato a New York il 7 luglio del 1930, ordinato presbitero nel 1958,  poi vescovo ausiliare  di New York nel ’77 e nel ’78 cardinale.

Ha preso parte al conclave che nel 2005 elesse Papa Benedetto XVI. Dopo il suo ritirato dal novero dei cardinali elettori nel 2010, un’inchiesta del New York Times fu la prima testata giornalistica a fare il suo nome in un’inchiesta legata agli abusi sessuali su adulti e minori nella Chiesa. McCarrick è stato accusato di tali abusi, su giovani seminaristi e di aver compiuto pratiche sessuali su adulti e minori di sesso maschile.

Dal 21 al 24 febbraio si terrà un incontro in Vaticano dei Presidenti delle Conferenze Episcopali al Popolo di Dio, al quale parteciperanno i Presidenti di 5 continenti, dove sarà affrontato il problema legato agli abusi.