Calogero lotta contro il linfoma: in Israele una cura che può salvargli la vita

A soli 27 anni, la vita ha messo Calogero di fronte ad una sfida difficilissima. Quella contro il linfoma, una forma di cancro che può manifestarsi anche in modo molto aggressivo, come nel suo caso. Da due anni, infatti, Calogero lotta per la vita, mentre il cancro sembra non arrendersi. Nemmeno la chemioterapia, infatti, è riuscita a fermare la malattia.

La storia di Calogero Gliozzo

“Mentre inizialmente sembrava più concreta la via della Francia, Calogero insieme alla sorella Sandra stanno per partire alla volta di Israele”. Queste le parole della famiglia di Calogero Gliozzo sulla sua pagina Facebook, “Aiutiamo Calogero”.

Il ragazzo, affetto da una aggressiva forma di linfoma,  ha infatti raggiunto Tel-Aviv, dove si spera potrà ottenere le cure necessarie. Per raccogliere il denaro necessario per le sue cure, la famiglia di Calogero ha anche creato una raccolta fondi. Le donazioni sono arrivate a oltre 300mila euro, grazie anche al contributo di Lorenzo Farinelli, il giovane medico morto a causa della stessa patologia che ha voluto donare parte dei suoi soldi a Calogero.  “È stato un periodo confuso e difficile per me. Il linfoma vuole togliermi possibilità di continuare a vivere. Porterò con me la forza e l’affetto che mi state donando.

Grazie per avermi concesso quest’ultima possibilità”, ha dichiarato il ragazzo in un video postato sulla sua pagina Facebook.

Alle 11 di questa mattina Calogero insieme alla sorella Sandra partiranno per Tel Aviv. La decisione della famiglia…

Gepostet von Aiutiamo Calogero am Montag, 18. Februar 2019

Car-T, la cura che non esiste ancora in Italia

La terapia che Calogero spera di ottenere in Israele è la sua ultima speranza. La Car-T è infatti un tipo di cura basato sulla manipolazione genetica delle cellule immunitarie. Cellule che poi vengono reimmesse nel corpo del paziente per distruggere in modo mirato il cancro.” L’indicazione più di un mese fa all’atto delle dimissioni è stata quella della Car-T”, riporta infatti la pagina Facebook.

La stessa indicazione fatta a Lorenzo Farinelli, il ragazzo di Ancora che ci ha lasciati qualche giorno fa. Condividiamo il dolore della famiglia e capiamo il calvario che hanno attraversato. Non si può rimanere da soli di fronte ad una scelta così complicata”, continua il post. Le speranze sono quelle che questa particolare terapia possa salvargli la vita, come è accaduto in altri casi.

Calogero lotta contro il linfoma: in Israele una cura che può salvargli la vita

Foto/Facebook

Fonte immagine in alto: Gofundme