Cronaca

Torino, neonato muore per polmonite, la madre: “Chiedo solo giustizia”

I genitori avevano portato il neonato all'ospedale Maria Vittoria di Torino 2 giorni prima che morisse, ma era stato subito dimesso
Torino, neonato morto dopo le dimissioni dell'ospedale: la madre vuole giustizia

Non si dà pace la madre di Giacinto, il neonato morto quando aveva appena 20 giorni per una polmonite fulminante non diagnosticata all’ospedale Maria Vittoria di Torino. La Procura torinese ha adesso aperto un’inchiesta per omicidio colposo e per individuare le rispettive responsabilità dei medici del nosocomio.

“Chiedo solo giustizia”

I genitori di Giacinto sono distrutti dalla morte del loro bambino che poteva essere salvato se i medici fossero intervenuti adeguatamente. I genitori del neonato si erano resi conto che il bambino stava male: rifiutava il latte materno, dormiva sempre e tossiva in continuazione, giorno e notte.

Per questo motivo, avevano deciso di portarlo all’ospedale Maria Vittoria di Torino, la notte tra il 29 e il 30 gennaio.

Torino, neonato morto dopo le dimissioni dell'ospedale: la madre vuole giustizia

L’ospedale Maria Vittoria di Torino

Lì, i medici hanno somministrato e prescritto al piccolo l’aerosol, che non ha avuto alcuna efficacia a fronte della polmonite fulminante che il neonato aveva contratto. Così, dopo appena due giorni dalla visita in ospedale, il bambino è deceduto. Trasportato tempestivamente dai genitori all’ospedale torinese, i medici non hanno potuto fare altro che certificarne il decesso.

Davanti alle telecamere di Pomeriggio Cinque, la madre del piccolo Giacinto è apparsa chiaramente distrutta e pretende che si arrivi alla verità sulla morte di suo figlio: “Io come mamma chiedo solo giustizia, voglio sapere perché questo bambino ha perso la vita così piccolo, non ho parole, ho un dolore tremendo dentro di me, ho una rabbia, non riesco neanche a parlare“.

La diagnosi scorretta

Dietro all’accaduto, ci sarebbe una diagnosi sbagliata: i medici dell’ospedale Maria Vittoria di Torino avrebbero confuso la polmonite fulminante di cui era affetto il piccolo con una riinite, patologia molto meno grave della polmonite, e per questo motivo gli avrebbero prescritto semplicemente l’aerosol.

Torino, neonato morto dopo le dimissioni dell'ospedale: la madre vuole giustizia

La madre del piccolo Giacinto. Foto: fotogramma Pomeriggio 5

La madre del bambino ha ripercorso l’accaduto a Pomeriggio Cinque, sottolineando che lei aveva chiesto ai medici di approfondire la diagnosi. La donna di 29 anni ha raccontato: “Siamo andati in ospedale nella notte tra il 29 e il 30 gennaio perché vomitava, non riusciva a ad attaccarsi al seno. Il 31 gennaio è svenuto, l’ho portato con il taxi di corsa al Maria Vittoria. Hanno fatto una visita superficiale. La dottoressa che era lì di turno mi ha detto ‘No, signora, non si deve preoccupare, è solo un po’ di freddo’.

L’avevo detto alla dottoressa che il bambino non stava bene di approfondire la visita e gli hanno prescritto un aerosol“.

Potrebbe interessarti