amanda sandrelli

Tra i protagonisti del salotto di Francesca Fialdini e Tiberio Timperi questa settimana c’è stata anche Amanda Sandrelli. L’attrice, figlia del cantante Gino Paoli e dell’attrice Stefania Sandrelli, si è raccontata alla Vita In Diretta, ripercorrendo le tappe salienti della sua vita.

L’intervista però è stata interrotta da un’inaspettata emozione: la voce di sua madre al telefono. Sandrelli jr si è lasciata andare ad una reazione commossa, mentre la grande Stefania raccontava un evento legato alla loro collaborazione.

Figlia d’arte

Sebbene Amanda sia nata in mezzo al mondo dello spettacolo, Amanda non ha negato di aver scoperto la passione per la recitazione tardi.

 “Io volevo fare la psicanalista” ha confessato a Fialdini e Timperi. Poi quasi per caso ha intrapreso questa strada con grande passione.

Figlio d’arte è generico, i miei sono due artisti, fanno questo lavoro con umiltà perché gli piace” ha detto parlando dei suoi. “Io sono stata cresciuta così, pensando che fosse un mestiere che si impara sul campo. Può essere pesante averli così famosi (i genitori) ma nel mio caso è un enorme privilegio, perché qualunque attore o attrice ci mette anni per farsi un nome, io ci sono nata” .

Tuttavia più che cercarlo lei, è stato questo mestiere a sceglierla.Poi quando è capitata l’occasione ho detto ‘perché no?’. Per anni ho tenuto una certa distanza dal mestiere: quando ho cominciato a fare teatro ho capito che non potevo rinunciare a questo lavoro“.

L’esordio

La prima volta di Amanda Sandrelli sul grande schermo è stata con Massimo Troisi e Roberto Benigni nel cult Non Ci Resta Che Piangere. “Scelsero me perché ero molto giusta fisicamente” comincia ricordando Amanda. “Doveva essere piccola, rinascimentale, capelli lunghi, chiara di carnagione e io corrispondevo a ciò che cercavano.

Io uscivo dalla Maturità e gli dissi che non sapevo fare nulla. Non feci provini, pensai di avere un copione prima o poi, ma loro inventavano“.

amanda-giovane

Amanda Sandrelli in Non Ci Resta Che Piangere

Già da quella prima esperienza ebbe modo di imparare moltissimo. “Massimo Troisi e Roberto Benigni? Ho imparato da tutti e due che l’armonia e il divertimento uniti ad una gran cultura e una gran fatica sono le cose necessarie per fare questo lavoro“.

Telefonata a sorpresa

All’improvviso però in studio chiama a sorpresa la madre di Amanda, Stefania Sandrelli, che pubblicamente vuole ringraziarla del loro film insieme e vuole dimostrarle tutto il suo orgoglio.

Quando le feci leggere il film che abbiamo fatto insieme, Christine Cristina, storia di una piccola grande donna del Medioevo alla quale tenevo tantissimo – comincia l’attrice – non sapevo che Amanda stava attraversando un momento difficile”.

la-vita-in-diretta

Amanda riceve una telefonata in diretta dalla madre

A queste parole la figlia si lascia trasportare dall’emozione. Allora Stefania le lancia il messaggio più bello: “Povera. Guarda amore, non ti preoccupare. Era giusto un saluto, ma voglio dirtelo forte di come sono orgogliosa di te, di come sei nella tua vita.

Non è vero che è pesante, è molto simpatica“.