Alessio

“Chiediamo un aiuto a tutti, per pagare il viaggio di un aeroambulanza privata per riportare a casa da noi Alessio”. Comincia così l’appello disperato lanciato dalla mamma e dalle zie di Alessio, marchigiano di 24 anni, in stato vegetativo dallo scorso luglio dopo un incidente. Il giovane, infatti, si trovava in vacanza ad Alicante, in Spagna. Quel viaggio l’aveva pagato da solo, con i primi risparmi frutto del lavoro in Germania: “Si era trasferito in Germania per cercare un lavoro e una vita migliore, il suo coraggio l’aveva premiato. Aveva trovato lavoro in un ristorante italiano, stava bene e in amicizia”, dicono di lui i parenti.

Alessio

Alessio (Fonte:Facebook)

Voleva scattarsi una foto, poi il volo di 25 metri

Voleva scattarsi una foto dal Castello di Santa Barbara, ma ha perso l’equilibrio cadendo giù per circa 25 metri. La situazione, nonostante il tempestivo arrivo dei sanitari, è apparsa subito gravissima: trauma cranico, due vertebre spezzate e una caviglia ridotta in pezzi. Poco dopo Alessio è entrato in coma, ed anche dopo essersi risvegliato, è rimasto in uno stato vegetativo, in cui è ancora. La famiglia, ora, lo vuole con sé.

Alessio dopo il risveglio dal coma

Alessio dopo il risveglio dal coma\GoFundMe

“Vogliamo riportarlo a casa, vicino a noi”

Dal giorno dell’incidente, infatti, il ragazzo è ricoverato all’Ospedale di Sant Vincent del Raspeig di Alicante.

Per riportarlo a casa è necessaria un’aeroambulanza specializzata, che abbia l’attrezzatura necessaria per le specifiche problematiche di Alessio e staff medico di assistenza. “Sono trascorsi tanti mesi cercando la via per riportarlo a casa, vicino a noi. Che possa almeno ricevere l’affetto che tutti noi vorremmo trasmettergli”, ribadiscono mamma e zie. Per realizzare il loro desiderio, è stata lanciata una raccolta fondi su GoFundMe, con l’obiettivo di farlo accogliere all’istituto di riabilitazione di Santo Stefano di Porto Potenza Picena.

“Noi siamo certi che lui sta lottando con grande coraggio. Crediamo in lui e speriamo, con tutti i nostri cuori, di vederlo riemergere da quello stato”, aggiunge la famiglia. I primi preventivi di trasporto medico ricevuti vanno dai 18.000 euro ai 25.000. Fino ad ora, la famiglia è riuscita a raccogliere circa 5.000 euro, il primo passo per ricongiungere Alessio ai suoi cari.

@Foto in copertina\Facebook