Due bimbi intossicati dal monossido di carbonio: una di 10 anni non ce l'ha fatta

Una vera tragedia quella accaduta quest’oggi a Bondeno, in provincia di Ferrara. Un bambino di appena 12 anni ha cercato questo pomeriggio di uccidersi. Il tentativo di togliersi la vita è avvenuto servendosi di una tanica di benzina che si trovava sul retro della sua abitazione.

Ferrara: tenta il suicidio a 12 anni

È inspiegabile per i genitori e per i familiari quanto accaduto quest’oggi in una casa di Bondeno, un comune in provincia di Ferrara. Un ragazzino di appena 12 anni ha compiuto un gesto estremo che ora come ora potrebbe costargli la vita. Secondo quanto ricostruito nelle ultime ore dagli inquirenti accorsi sul luogo tempestivamente, il ragazzo si sarebbe recato, senza destare alcun sospetto, nel retro dell’abitazione dove si trovava insieme alla nonna.

Una volta appartatosi, il 12enne avrebbe preso una tanica di benzina e si sarebbe cosparso del materiale infiammabile. Dopodiché, si è dato alle fiamme.

ambulanza

*immagine di repertorio

Prova a togliersi la vita dandosi fuoco

Agli inquirenti sembra più che chiaro di trovarsi di fronte ad un tentativo di suicidio sebbene non sussista, per il momento, un movente che possa aver scatenato un gesto così estremo nel piccolo ragazzo. Ad accorgersi di quello che stava accadendo è stata la nonna, allarmata da quelle forti urla che provenivano da fuori.

Una volta uscita, davanti a lei si è proiettata l’orribile scena del nipotino totalmente avvolto dalle fiamme e in piena agonia.

fiamme suicidio

*immagine di repertorio

La donna ha cercato in tutti i modi di spegnere il fuoco mentre sopraggiungeva sul luogo un elisoccorso. Nel tentativo di salvare il nipote quasi arso vivo, anche la donna è rimasta ferita, aiutata sul momento da un operaio che passando non lontano dall’abitazione aveva scorso l’accaduto. Trasportato all’Ospedale Bufalini di Cesena, ora il 12enne risulta essere in prognosi riservata e in gravissime condizioni.