ascensore stazione napoli (1)


Ieri una giovane ragazza è stata violentata in un ascensore della stazione di San Giorgio a Cremano sulla Circumvesuviana da 3 ragazzi tra i 18 e i 20 anni: la giovane, in stato di shock, è stata soccorsa da ambulanza e polizia. Le indagini, partite fulmineamente, hanno portato all'individuazione di 3 ragazzi che potrebbero essere proprio gli artefici di un crimine davvero orrendo.

Stuprata all'ora di punta

La ragazza, una 24enne di Portici dalla corporatura esile, è stata bloccata e stuprata da un gruppo di 3 ragazzi nell’ascensore che porta ai binari della stazione di San Giorgio a Cremano. La giovane, dopo le violenze, è caduta in stato di shock ed è stata trovata in preda al panico mentre chiamava la madre, piangendo, e diceva di essere stata violentata. La corsa all’ospedale Villa Betania ha poi confermato le violenze.

A quanto riportano alcune fonti locali, pare che alcuni familiari dei 3 fermati si siano recati nella serata di ieri davanti alla stazione e si sisano messi a inveire contro i presenti e soprattutto contro i cronisti lì presenti per avere informazioni sull'accaduto.

Comunità sotto shock

La comunità si è indignata notevolmente per quanto accaduto, ed in primis ha voluto parlare dell’accaduto il sindaco Giorgio Zinno: “Al vaglio degli inquirenti ci sono le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Io stesso sono in costante contatto con le Forze dell'Ordine”, ha scritto su Facebook. Ha poi concluso: “La ragazza ha denunciato di aver subito violenza carnale. Se il fatto dovesse essere confermato, si tratterebbe di un episodio gravissimo che scuote l'intera comunità. Non posso che definire i presunti autori di questo gesto vigliacchi e bestie. Non meritano nessuna pietà”.

Soddisfazione per i 3 fermi

Oggi, la notizia del fermo dei 3 individui è stato bel accolto dal Sindaco Zinno, che ha diffuso la notizia attraverso Facebook: “La nostra città, come tutte, può essere colpita da balordi che agiscono contro l’essere umano, ma si sappia che qui non ci si ferma mai finché chi delinque non viene punito. Un caldo e commosso grazie va a tutti gli uomini che nella notte hanno lavorato per darci un buon risveglio”. A incastrare i 3 giovani sarebbero state le telecamere di sorveglianza presenti alla stazione.