musarra e ioppolo

Si chiama Alessandra Immacolata Musarra la ragazza di appena 28 anni il cui corpo, privo di vita, è stato ritrovato all’interno della sua abitazione. Fin da subito i sospetti sono ricaduti sul suo fidanzato che, proprio in questi ultimi momenti, ha confessato l’omicidio.

Femminicidio a Messina

Della vicenda si conosce pochissimo se non che, in pochissime ore, la polizia è riuscita a risalire con facilità all’omicida. Purtroppo, siamo di nuovo di fronte ad un caso di femminicidio. La vicenda si è svolta in Sicilia, precisamente a Messina. La vittima, Alessandra Immacolata Musarra, aveva 28 anni (alcune fonti, tuttora, riportano che la ragazza avesse 23 anni ma questa notizia sembra non avere alcun fondamento).

Le indagini sono partite dopo che la donna è stata ritrovata priva di vita nel suo letto, nella casa in cui abitava.

musarra e ioppolo
Alessandra Immacolata Musarra e il fidanzato, omicida reo confesso, Christian Ioppolo. Fonte/Facebook Alessandra Musarra

Il fidanzato confessa l’omicidio durante l’interrogatorio

Fin da subito gli inquirenti hanno inteso si trattasse di omicidio colposo e i sospetti sono ricaduti immediatamente sul fidanzato della ragazza, Christian Ioppolo. Dopo aver passato al vaglio la zona dove è stato ritrovato il cadavere della Musarra, a Messina, precisamente nel quartiere di Santa Lucia Sopra Contesse, gli agenti hanno immediatamente raggiunto il giovane 26enne per sottoporlo ad un severo interrogatorio.

Trasferito in Questura, dopo le puntigliose e meticolose domande degli inquirenti, il ragazzo ha ceduto confessando così l’omicidio. Non filtrano ancora sufficienti informazioni sulla dinamica ma sembra che il giovane abbiamo giustificato l’omicidio parlando di “raptus” dovuto alla gelosia nei confronti della fidanzata. Secondo quanto emerso, e tuttora in via di verifica, l’uomo da sempre si sarebbe mostrato particolarmente geloso della fidanzata, arrivando in più occasioni anche a picchiarla.

violenza femminicidio
*immagine di repertorio