insegna di una farmacia


Nonostante le farmacie siano già un importante punto di riferimento per la salute dei cittadini, grazie alla telemedicina d'ora in poi potranno essere eseguiti anche esami per la prevenzione di malattie cardiovascolari.

Un altro passo verso la prevenzione

A causa dell’alta incidenza di malattie cardiovascolari, durante l'ultimo congresso della Società Italiana di Cardiologia (SIC), l’Università di Brescia in collaborazione con la Società Italiana di Telemedicina, ha presentato un nuovo progetto. L'obiettivo è di installare in 3.400 farmacie di tutta Italia una rete telematica, servita 24 ore al giorno da cardiologi disponibili per una consulenza specialistica. Le farmacie hanno già eseguito elettrocardiogrammi, misurazioni della pressione e Holter elettrocardiografici di prova sia su pazienti sani, che su pazienti con alta percentuale di rischio. A seguito degli esami, i cardiologi valutano i dati: “In caso di anomalie – spiega Savina Nodari, coordinatrice dell’indagine - Il soggetto viene immediatamente indirizzato dal medico di famiglia o dal cardiologo. Le persone in pericolo di vita sono inviate al più vicino Pronto Soccorso”.

camice di un farmacista
*immagine di repertorio

La fibrillazione atriale: tra le aritmie più diffuse e pericolose

Le malattie cardiovascolari costituiscono, in Europa, la causa principale di mortalità con il 47% di tutte le morti. Tra le aritmie più diffuse e pericolose troviamo la fibrillazione atriale, che incrementa in modo considerevole il pericolo di ictus, insufficienza cardiaca e morte cardiovascolare. Purtroppo, come sottolinea Ciro Indolfi, presidente SIC, “Lo screening per la fibrillazione atriale è raccomandato nella popolazione ad elevato rischio, soprattutto negli anziani, ma spesso i lunghi tempi di attesa e l'assenza di prescrizioni mediche rendono impossibile applicarlo. Il progetto di telecardiologia ha perciò cercato di verificare l’efficacia di un monitoraggio Holter elettrocardiografico attraverso una rete di 3272 farmacie”. Lo scopo del progetto è quello estendere e velocizzare la prevenzione. Permettendo alle farmacie di svolgere questi esami sarà più semplice individuare i fattori di rischio, in modo da intervenire tempestivamente con la prescrizione della terapia appropriata.

elettrocardiogramma
*immagine di repertorio