Massacro in moschea_ una danza maori per onorare le vittime

Il massacro della moschea Al Noor, di Christchurch Nuova Zelanda, commesso dal terrorista e suprematista bianco Brenton Tarrant, ha lasciato dietro di sé una scia di morte e dolore. Sono 50 le vittime, tra questi il più anziano aveva 70 anni e il più giovane ne aveva solo 3, e 36 i feriti che sono ancora ricoverati in ospedale.

Una danza maori per onorare le vittime del massacro in moschea

Una comunità in lutto, in questi giorni a Christchurch a parlare sono solo le lacrime e il dolore per la scomparsa di quelle 50 persone, uccise mentre si trovavano in un luogo che, avvolto nella sua sacralità, mai si pensava sarebbe stato teatro di una tale violenza.

La danza Maori in onore delle vittime
La danza Maori in onore delle vittime del massacro della moschea di Al Noor

Questa mattina, un gruppo autoctono ha dedicato alle vittime la tradizionale danza Maori, l'Haka, per onorarne la memoria. La danza è stata interpretata dal Mangu Kaha Aotearoa Biker Gang, nella commozione generale.

Il video:



L'attentatore rinviato a processo

Tarrant ora si trova in stato di custodia, quando è apparso di fronte alla corte presso il tribunale distrettuale di Christchurch non ha mostrato alcun segno di pentimento, anzi, si è mostrato sogghignante ai giornalisti e, non appena inquadrato, ha fatto il gesto con la mano simbolo dei suprematisti bianchi, l’ok al contrario. Il processo è stato rinviato al 5 aprile.