due uomini della polizia scientifica di spalle

Un vero e proprio mistero quanto accaduto in queste ore a Pesaro, nelle Marche. Sesto Grilli è il nome dell’anziano 74enne che è stato aggredito nella sua abitazione, picchiato e imbavagliato alla sedia. Un regolamento conti forse ma anche il tentativo di furto: non una certezza per gli inquirenti che al momento brancolano nel buio.

Tramortito e assalito nella sua abitazione

A trovarlo morto, riverso nella sua abitazione, è stato uno dei vicini del 74, per caso passante proprio di fronte all’abitazione dell’uomo. La porta era aperta e questo ha insospettito il vicino che, vedendo la luce accesa, si è introdotto nell’abitazione per togliersi il dubbio che tutto fosse nella norma. Quando però ha varcato la soglia di casa si è ritrovato di fronte una scena orribile: il suo vicino di casa, il 74enne Sesto Grilli, era riverso a terra in una pozza di sangue con mani e polsi legati e dello scotch sulla bocca.

Agente di polizia scientifica di spalle sul luogo del delitto
*immagine di repertorio

Imbavagliato e legato alla sedia

Una scena orribile, come dicevamo, quella che si è presentata davanti agli occhi del vicino di casa di Sesto Grilli. Non ci sono indizi né strade da battere al momento per risalire a quanto accadutogli nella sua abitazione di San Lorenzo in Campo, in provincia di Pesaro. Si è pensato ad una rapina, ad un agguato ma tracce, non ve ne sono. Eppure le condizioni in cui il 74enne è stato trovato sono agghiaccianti: Sesto Grilli è stato di fatto trovato privo di vita, con mani e polsi legati ad una sedia, imbavagliato. Sul suo corpo, evidenti segni di percosse. L’uomo è stato trovato riverso a terra dopo aver probabilmente cercato di liberarsi dalle corde, un tentativo però fallito. Anche la causa della morte non è affatto chiara: Grilli potrebbe essere stato ucciso dalle botte ma potrebbe essere anche morto per soffocamento a causa del bavaglio.

mani di uomo legate dietro una sedia
*immagine di repertorio

Ucciso forse dalle botte

Le strade battute finora dagli inquirenti sembrano essere indirizzate verso l’ipotesi di una rapina ma Grilli non possedeva nulla in casa da poter attirare l’attenzione di feroce ladri così sembra che non avesse nemmeno brutte frequentazioni che potrebbero far pensare ad un retroscena turbolento.