Gabriel e il padre

Cambiago, provincia di Milano. Gabriel ha solo 15 anni, ma ha provato disperatamente a salvare il padre colto improvvisamente da un infarto. Gli ha praticato con coraggio un massaggio cardiaco, cercando senza esitazione di rianimarlo. È riuscito a tenerlo in vita fino all’arrivo dei soccorsi. Purtroppo, l’uomo si è poi spento poco dopo in ospedale.

Gabriel senza papà, la comunità unita per aiutare la famiglia

I concittadini e i cari, vicini alla famiglia, in seguito alla triste vicenda, si sono subito impegnati per sostenere economicamente mamma e figlio, rimasti soli. Di comune accordo, come prima cosa hanno lanciato un appello sui social per aiutare il giovane, rimasto orfano di padre, e la vedova. “Apriamo questa pagina per tutti coloro che hanno espresso il desiderio di voler aiutare Gabriel e Mariateresa in questo momento difficile, ma non sanno come farlo. Intanto vi ringraziamo tutti quanti per la vicinanza ed i numerosi messaggi e gesti d’affetto”. È il messaggio che si legge sulla pagina Facebook Aiutiamo Gabriel.

Padre e figlio erano insieme, poi il malore

Tutto è avvenuto lo scorso 8 marzo, mentre padre e figlio trascorrevano una giornata insieme. 52 anni, l’uomo si è spento poco dopo l’intervento del ragazzo. Ma Gabriel ci ha provato con tutte le sue forze. Daniele, il padre è morto poche ore dopo al San Raffaele, in seguito ad alcune complicanze. Gli stessi dottori hanno definito Gabriel un eroe, per quello che è riuscito a fare, fino all’arrivo dei paramedici. La città tutta non ha esitato a mobilitarsi per assicurare al ragazzo un futuro dignitoso, come avrebbe voluto il padre.

Un padre ed un figlio
Immagine di repertorio

Molti i messaggi di vicinanza

Nella mattinata di sabato 16 marzo a Cologno Monzese, dopo i funerali di Daniele, molti i messaggi di cordoglio da parte degli utenti Facebook. Alcuni ricordano l’uomo come un ottimo collega, altri si dicono vicini all’immenso dolore della famiglia. Altri ancora, si rendono disponibili ad aiutare la famiglia il più possibile.



@Immagine in evidenza\ Facebook Aiutiamo Gabriel