Matteo Salvini con le mani giunte in segno di ringraziamento in Senato


Il Senato è arrivato ad una decisione. Era infatti oggi il giorno del voto sull'autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini per il caso Diciotti, e il Senato ha deciso di negare l'autorizzazione.

Negata autorizzazione

Intorno alle 13 si è svolto il voto in Senato. Il risultato della votazione è stato schiacciante: per negare l'autorizzazione sarebbero bastati 160 voti, ma a favore di Salvini e contro la richiesta del Tribunale dei ministri c'erano ben 232 voti. Il vicepremier Matteo Salvini ha commentato: "È stata una decisione del governo"

Matteo Salvini felice in Aula
Matteo Salvini in una vecchia foto. Immagine: Ansa

Tutti gli articoli sul caso Diciotti

Il commento di Gasparri

Appena un mese fa anche la Giunta aveva votato a favore della relazione del presidente e relatore Maurizio Gasparri che aveva chiesto di dire no alla richiesta di procedere contro Salvini in merito al caso Diciotti. Oggi allora Gasparri è stato uno dei primi ad intervenire: "Nella votazione già 232 voti sono stati espressi, quindi è già stato largamente superato il quorum. La mia proposta per negare l'autorizzazione a procedere è stata quindi accettata, come si vede, anche visivamente, dal tabellone con le luci verdi".

In foto i migranti che scendono dalla nave Diciotti
Sbarco dalla Diciotti. Foto: Ansa

Caso Diciotti

Il caso della nave Diciotti è noto a tutti. Lo scorso agosto, la nave Diciotti della marina militare italiana è stata costretta a rimanere per 5 giorni nelle acque del porto di Catania. A bordo c'erano 177 persone, migranti partiti dalla Libia, alcuni erano minorenni. Salvini aveva impedito lo sbarco fino a quando non si è trovato un accordo di equa distribuzione dei migranti. Nella notte tra il 26 e il 26 agosto i migranti vengono fatti sbarcare e per Salvini comincia un lungo periodo di guai.

Il video dell'intervento di Salvini in Senato prima del voto: