autobus gtt

È molto forte la storia raccontata su Facebook da Fatima Zahra Lafram, giovane ragazza di origine musulmana residente a Torino. la giovane ha infatti raccontato di essere stata aggredita insieme a due amiche e connazionali mentre si trovava sul bus, da una donna che le avrebbe picchiate ed avrebbe strappato via loro il velo.

Il video della ragazza è stato ripreso da diverse testate ed è già stato commentato da molti utenti, alcuni pro e alcuni contro la sua denuncia, sul profilo Facebook della giovane.

Aggredite senza motivo

Il racconto di Fatima è agghiacciante e racconta di un’aggressione che non solo ha ferito e umiliato le ragazze vittime dell’aggressione, ma ha sconvolto chi ha assistito alla scena.

“Una ragazza, solo perché Nohaila aveva paura del cane e si è spostata, ci ha detto ‘avete paura dei cani e poi siete capaci di fare attentati terroristici e a scoppiare’? E in tempo zero si è buttata su di noi, ha preso a pugni Nohaila e le ha strappato letteralmente il velo, io ho cercato di prendere Nohaila ed ha aggredito anche me”. Attorno a loro, ovviamente, panico e trambusto: “La gente si è agitata, abbiamo chiuso le porte del pullman, l’autista si è fermato, abbiamo chiamato la polizia, è arrivata e tutti i presenti hanno voluto testimoniare con noi”.

L’arrivo della polizia non ha comunque intimorito abbastanza la donna, tanto che avrebbe continuato a picchiare le tre giovani, poco dopo in ospedale per farsi visitare.

Una giornata di dolore e tristezza

Ho appena smesso di piangere come potete vedere….e niente, per tutti quelli che pensano che l’islamofobia e il razzismo non siano cose reali, sono cose per le quali noi lottiamo tutti i giorni perché sono reali. Non è il primo o secondo episodio ma è la prima volta che le prendo ed è stato umiliante e brutto, soprattutto perché la polizia stessa sapeva di aver ere mani legate, per cui ci hanno invitato per fare denuncia domani”.

C’è dolore e tristezza nelle parole di Fatima, che ancora non ha superato del tutto lo shock ma vuole parlare per far sì che il suo messaggio viaggi: proprio oggi, vuole la sorte, nel mondo si festeggia la giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale ed episodi come questo lasciano l’amaro in bocca.

Guarda il video: