Sassari, a 108 anni viene operata al femore: è già in piedi

Nei reparti di Ortopedia un’operazione al femore è routine. Se non fosse che la paziente sottoposta all’intervento, tenutosi all’Ospedale civile SS. Annunziata di Sassari, ha 108 anni. Domenica 25 marzo, un’equipe di chirurghi, diretta dal professore Carlo Doria, ha svolto la complicata operazione per la frattura del collo del femore, che è perfettamente riuscita.

L’intervento

La ultracentenaria è arrivata la sera di sabato 24 marzo, all’AOU di Sassari. È stata ricoverata per un infortunio avvenuto tra le mura di casa. Il giorno dopo è stata operata da un’equipe di chirurghi, sotto la guida del dottor Carlo Doria, della struttura di Ortopedia.

Il professore Doria ha spiegato che: “Siamo intervenuti rispettando le linee guida in quel periodo di tempo, detto anche ‘golden hour’, che va dall’evento traumatico fino alle 48 ore successive, durante il quale vi è la più alta probabilità che un immediato trattamento chirurgico possa evitare complicanze anche gravi“. L’intervento, complesso e molto delicato, per via dei 108 anni della signora, è durato circa un’ora; attraverso questo è stata impiantata all’anziana una endoprotesi biarticolare

Il professore Carlo Doria dell'AOU di Sassari. Immagine: Sito ufficiale Università degli studi di Sassari
Il professore Carlo Doria dell’AOU di Sassari. Immagine: Sito ufficiale Università degli studi di Sassari

108 anni e già in piedi

L’operazione è riuscita e i medici hanno già fatto rialzare la donna.

L’AOU di Sassari ha fatto sapere, tramite un comunicato stampa, che: “L’abbiamo già fatta alzare e l’obiettivo è quello di consentirle un rientro a casa già da questo fine settimana“. La donna ultracentenaria è tra le più anziane d’Italia e la Sardegna si conferma come regione più longeva al mondo. A tal proposito, Carlo Doria ha aggiunto: “Abbiamo richiesto anche le analisi di un campione cartilagineo della testa del femore, che non presentava segni di artrosi.

Una condizione che ci fa capire come i nostri centenari rappresentino un vero e proprio patrimonio per la Sardegna“. 

Ospedale civile SS. Annunziata di Sassari. Immagine: Google Maps
Ospedale civile SS. Annunziata di Sassari. Immagine: Google Maps

Un’operazione che riguarda molti anziani

Uno dei traumi al quale va incontro la maggior parte delle persone anziane è proprio la rottura del femore. Dai dati dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali – Agenas -, riguardanti l’anno passato, risulta che sono oltre 300 gli interventi per frattura del collo del femore in Sardegna, effettuati sopratutto su pazienti over 65. Grazie a operazioni chirurgiche di questo tipo la struttura del Santissima Annunziata di Sassari è il punto di riferimento per la traumatologia nel nord dell’isola.

Siamo orgogliosi di questi risultati, perché, nonostante le difficoltà che quotidianamente la nostra sanità affronta, la nostra azienda dimostra di essere in grado di gestire in maniera efficiente anche pazienti delicati“, ha detto Nicolò Orrù, direttore generale pro tempore dell’Azienda ospedaliera universitaria di Sassari.