antonio razzi e nunzia de girolamo

Antonio Razzi e Nunzia De Girolamo si lasciano alle spalle la carriera politica e si danno alla danza. Letteralmente: l’ex ministra e l’ex senatore partecipano alla nuova edizione di Ballando con le stelle, in cui si sono cimentati e, ahimé, continueranno a farlo, in coreografie volteggianti.

Nunzia De Girolamo: l’ex ministra in pelle balla il charleston

Nunzia De Girolamo, nonostante non si sia mai cimentata nel ballo riceve i complimenti della giuria. In coppia con Raimondo Todaro, l’ex ministra di Forza Italia si esibisce in un charleston: “Lei deve fare di testa tua“, commenta il compagno di danza, che mette in guardia sul caratterino della ex deputata.

Nunzia De Girolamo e Raimondo Todaro
Nunzia De Girolamo e Raimondo Todaro

La battuta arriva da Fabio Canino: “Preferisco avere te e Razzi chiusi qua che in altri palazzi a fare danni“, commenta l’attore. Più diplomatica, inaspettatamente, Selvaggia Lucarelli: “Non hai ballato bene, non hai ballato male, mi sei indifferente. A me questo entusiasmo mi sembra artificiale“. L’opinionista non ha apprezzato l’effervescenza della De Girolamo, che molti adducono alla tensione. L’ex ministra porta a casa un bel 29 e promette (o minaccia) molte sorprese in futuro.

Antonio Razzi: l’ex senatore da Pescara a Ballando

Antonio Razzi e Antonella Boccafoschi fanno coppia in questa edizione di Ballando.

L’ex senato ci ha abituato alle sue eccentricità, ma si rivela inaspettatamente adatto per Canino: “C’è un’eleganza che non mi aspettavo“, commenta il giudice. Lucarelli gli chiede se “È vero che lei è amico del dittatore della Corea Del Nord?“, domanda a cui Razzi risponde: “Sono stato il primo occidentale a parlare con Kim Jong-un“, “Ecco, speriamo che non la vede stasera se no ci sgancia una bomba“, è il giudizio tranchant della conduttrice.

Antonio Razzi a Ballando con le stelle
Antonio Razzi a Ballando con le stelle

Lei a me fa paura, è riuscito a diventare senatore, ho paura che mi diventa anche ballerino“, conclude Selvaggia Lucarelli.

La palla passa poi a Ivan Zazzaroni: “È la prima volta che sono costretto a votare Razzi“. Purtroppo il voto finale è appena 9, una bocciatura che l’ex senatore commenta: “Io mi sono divertito e cerco ancora di divertire, poi la giuria fa il suo dovere“.