donna letto ospedale


Munira Abdulla aveva solo 32 anni quando, per proteggere il figlio durante un incidente, aveva fatto scudo con il suo corpo contro l’autobus che aveva travolto la loro vettura ad Al Ain (Emirati Arabi Uniti). Da allora, Munira viveva in uno stato di coma: accadeva nel 1991, 28 anni fa.

Pochi giorni fa, Munira si è risvegliata in una clinica di Bad Aibling, in Germania.: a riportarla in uno stato di coscienza forse la voce del figlio, che era al suo fianco in quel momento e che, come negli ultimi 28 anni, non l’ha mai abbandonata.

Lo aveva protetto con il suo corpo

Il gesto d’infinito amore materno compiuto quasi 3 decenni fa era costato molto a questa donna. Lei e il piccolo Omar si trovavano sul sedile posteriore dell’auto: erano appena tornati da scuola, dove la donna era andata a prendere il piccolo. Ad un certo punto Munira si era accorta che un autobus fuori controllo li avrebbe investiti nel giro di pochi secondi e si era riversa sul figlio in modo da proteggerlo. Dopo lo schianto il piccolo ne era uscito praticamente incolume mentre la madre, apparsa immediatamente grave, era stata soccorsa immediatamente ed era apparsa in condizioni gravi. Solo dopo ore i medici si erano accorti di un’emorragia cerebrale ormai a uno stadio avanzato che aveva compromesso le sue condizioni e l’aveva portata a cadere in uno stato di coma.

Il figlio non l'ha mai abbandonata

Il figlio, in tutti questi anni, non ha mai abbandonato la donna: "Non ho mai smesso di credere in lei e ho sempre sentito che un giorno si sarebbe svegliata". per anni, il figlio ha fatto di tutto per aiutare la madre: addirittura aveva chiesto aiuto al principe dello sceicco di Abu Dhabi, Mohamed bin Zayed al-Nahyani, che ha donato una somma ingente di denaro affinché la donna potesse essere trasferita in Germania in una struttura moderna. Lì è cominciata una riabilitazione, effettuata anche a livello chirurgico (i muscoli degli arti andavano ricostruiti) che ha portato come ultimo risultato il risveglio dal coma.

Oggi la donna, addormentatasi 32enne, ha 60 anni d’età: è sveglia e cosciente, anche se i medici hanno già dichiarato che non vi potrà essere una riabilitazione totale.

(Immagine in alto: immagine di repertorio)