Cronaca

Lucca, litiga col padre e lo uccide soffocandolo con un cuscino

Prima un violentissimo litigio, poi il delitto: la notizia arriva da Viareggio, in provincia di Lucca, ove un figlio ha chiamato la polizia per confessare di aver appena ucciso il padre soffocandolo con un cuscino
macchina della polizia

La drammatica notizia giunge in queste ore da Viareggio, in provincia di Lucca in Toscana, a poche ore da un litigio sfociato in omicidio. L’allarme è scattata intorno alle 3 del pomeriggio quando un figlio di 46anni ha impugnato il telefono per confessare alla polizia di aver ucciso il proprio padre, 79enne, soffocandolo.

Lucca, uccide il padre soffocandolo

É stato l’omicida stesso a pochi attimi dal delitto ad autodenunciarsi chiamando la polizia. La triste vicenda è avvenuta a Viareggio, in Toscana, intorno alle 3 di questo pomeriggio.

Si trovavano in casa padre e figlio – lui di 46 anni, il padre di 79, e di entrambi non è stata resa nota l’identità – quando all’improvviso tra i due è scoppiato un violentissimo litigio. Il figlio 46enne, in preda all’ira e contrariato probabilmente dalla posizione assunta dal padre, l’ha dapprima colpito al volto con un pugno dopodiché, prendendo un cuscino, glielo ha premuto in viso tenendolo in pressione fin quando il padre non è deceduto tra le sue mani. Ogni corsa della polizia e dell’ambulanza è stata vana: giunti sul luogo, i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Al momento invece, l’uomo reo confesso si trova in stato di fermo.

*immagine in alto: immagine di repertorio

Potrebbe interessarti