Massa Carrara, operai regalano 60 giorni di ferie e lo salvano dal licenziamento

Dopo la storia dei colleghi di Davide Durante che gli hanno donato le ferie per permettergli di assistere il padre malato, un altro lavoratore è stato omaggiato della solidarietà degli operai dello stabilimento della Omya S.P.A. di Carrara (MS), in cui lavora. L’uomo rischiava di essere licenziato 8 mesi prima di andare in pensione perché malato, i suoi colleghi hanno quindi deciso di aiutarlo donandogli in totale 60 giorni di ferie. Anche l’azienda ha infine deciso di fare dietro front sulla decisione di licenziarlo e ha garantito di versargli lo stipendio fino a dicembre 2019 per permettergli poi di andare in pensione.

Rischiava il licenziamento dopo una vita di lavoro

Gli operai della Omya S.P.A. non ci stavano a veder il loro collega licenziato quando ormai mancavano solo 8 mesi perché andasse in pensione. Così, hanno deciso di donargli 60 giorni di ferie a patto che l’azienda continuasse a pagarlo fino alla pensione. Il loro gesto ha salvato questo operaio dichiarato invalido momentaneamente a causa di una patologia e quindi impossibilitato a svolgere il proprio lavoro. L’assurda vicenda aveva spinto gli operai a mobilitarsi per aiutare il collega e a dichiarare lo stato di agitazione.

Dopo le proteste dei lavoratori, l’azienda si è accordata con loro decidendo di continuare a versare all’operaio lo stipendio con piena retribuzione fino a dicembre 2019. Dal 2020, questo lavoratore potrà quindi andare tranquillamente in pensione.

Massa Carrara, operai regalano 60 giorni di ferie e lo salvano dal licenziamento
Immagine di repertorio

Lo stato di agitazione revocato

Prima di arrivare all’accordo che ha visto i colleghi dell’operaio donargli 60 giorni di ferie e l’azienda garantire il pagamento dello stipendio fino alla pensione, i lavoratori della Omya S.P.A. si trovavano in stato di agitazione per questa assurda vicenda.

La Femca Cisl di Massa-Carrara ha espresso soddisfazione per quanto accaduto in un comunicato riportato da La Voce Apuana: “Dopo accordo con l’azienda, sono state donate giornate di ferie da parte dei colleghi, i quali trovano la piena stima da parte di questa organizzazione sindacale. L’azienda, da parte sua, ha garantito la piena retribuzione al lavoratore fino al raggiungimento dell’età pensionabile (dicembre 2019), dimostrando sensibilità verso questo lavoratore“. Per questo motivo e anche perché l’azienda ha promesso nuove assunzioni, il Sindacato ha deciso di revocare lo stato di agitazione degli operai: “Dopo la positiva conclusione della trattativa, tra le organizzazioni sindacali provinciali di categoria e l’azienda Omya Spa di Carrara ritiene di dover revocare lo stato di agitazione in essere“.

Massa Carrara, operai regalano 60 giorni di ferie e lo salvano dal licenziamento
Immagine di repertorio. Foto: Cisl Verona