Cronaca

Poliziotto uccide la moglie e poi si spara: trovati morti dai figli di 6 e 7 anni

L'uomo avrebbe ucciso la donna a colpi di pistola usando l'arma d'ordinanza: dopodiché, si è sparato suicidandosi. A dare l'allarme sono stati i due figli piccoli della coppia
macchina polizia

Dramma a Ragusa: un poliziotto di 42 anni ha ucciso la moglie mentre dormiva. La donna, 33 anni, sarebbe stata uccisa con un colpo di pistola. Dopo aver colpito in maniera letale la donna, l’uomo ha rivolto l’arma verso di sé e si è ucciso.

Un caso di omicidio-suicidio che scuote fortemente la comunità.

Non si conosce il movente dell’omicidio

I due cadaveri sono stati trovati uno accanto all’altro nell’abitazione che i coniugi dividevano a Ragusa. La coppia aveva due figli, di 6 e 7 anni: sono stati proprio i piccoli a dare l’allarme e a chiamare le forze dell’ordine.

Lui, assistente capo della questura di Ragusa, ha ucciso la moglie con la pistola d’ordinanza.

All’apparenza, si trattava di una coppia felice: si erano conosciuti in Piemonte, dove l’uomo lavorava prima di trasferirsi nel ragusano con la donna. Un dettaglio agghiacciante: l’uomo, poche ore prima dell’omicidio, aveva scritto su Facebook: Ti ho dedicato tutta la mia vita: TI AMO. Poi, la drammatica decisione di ucciderla e poi uccidersi.

Potrebbe interessarti