Stupro di gruppo a Viterbo arrestati esponenti di Casapound

Due esponenti di Casapound, uno dei quali consigliere comunale di Vallerano, comune in provincia di Viterbo, sono stati arrestati. L’accusa è gravissima: violenza sessuale di gruppo e lesioni aggravate ai danni di una donna di 36 anni. L’avrebbero prima picchiata e poi stuprata

Stupro di gruppo e lesioni aggravate

Hanno 19 e 21 anni i due ragazzi arrestati per violenza sessuale dalla Squadra mobile e dalla Digos della questura di Viterbo. Uno è un consigliere comunale di Vallerano, nel viterbese, eletto con Casapound, l’altro è un militante dello stesso partito. Sono indagati per violenza di gruppo e lesioni aggravate.

I fatti risalirebbero al 12 aprile scorso e si sarebbero svolti in un circolo privato di Viterbo. Si legge su La Stampa che i due avevano la disponibilità esclusiva del locale. 

Dopo il rifiuto della donna i due l'hanno picchiata con pugni in pieno volto facendole perdere i sensi. Immagine di repertorio
Dopo il rifiuto della donna i due l’hanno picchiata con pugni in pieno volto facendole perdere i sensi. Immagine di repertorio

Cosa è accaduto

Secondo quanto ricostruito finora dalla polizia i ragazzi avrebbero avvicinato una donna italiana di 36 anni. Dopo averla averla fatta ubriacare, avrebbero tentato approcci sessuali. La 36enne, però, avrebbe opposto resistenza.

È stato allora che i due l’hanno picchiata con pugni in pieno volto facendole perdere conoscenza. L’hanno stuprata, approfittato del fatto che fosse svenuta. Hanno abusato della donna priva di sensi. La polizia ha perquisito le abitazioni dei due ragazzi e ha requisito i loro smartphone. Gli agenti hanno incastrato i giovani grazie a un video trovato sui loro telefoni che mostra quanto accaduto. Le immagini, esaminate dalle forze dell’ordine, mostrano gli istanti della violenza sessuale di gruppo.

Vallerano, comune in provincia di Viterbo. Immagine: Sito Comune di Vallerano
Vallerano, comune in provincia di Viterbo. Immagine: Sito Comune di Vallerano

Il Tempo riporta che Casapound ha annunciato l’espulsione dei due.

Si legge infatti in una dichiarazione su Facebook del segretario nazionale del partito, Simone Di Stefano: “Apprendo dai media che un consigliere comunale di CasaPound di un paese vicino Viterbo è stato accusato di stupro e per questo arrestato. La persona in questione è stata immediatamente ESPULSA da CasaPound ed ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale. Qualora e se risultasse colpevole auspico una pena durissima! Come per ogni altro INFAME stupratore. Più volte non ho esitato a chiedere per gli stupratori la castrazione (non chimica), e non cambio di certo idea solo perché questo presunto stupratore era iscritto a CasaPound“.