Serena Mollicone il giallo degli organi dell’apparato genitale scomparsi

A 18 anni dall’omicidio di Serena Mollicone, si profila un nuovo mistero attorno alla ragazza. La dottoressa Cattaneo non ha potuto stabilire, attraverso la nuova autopsia, se Serena fu violentata. Il motivo è che dal corpo mancano gli organi dell’apparato genitale. Non solo, anche delle lesioni al cranio

La nuova autopsia sul corpo di Serena Mollicone

Sono passati tanti anni dalla morte di Serena e adesso un nuovo shock per Guglielmo Mollicone, il padre. Dall’autopsia della dell’anatomopatologa Cristina Cattaneo è risultato che dal corpo mancano gli organi genitali. Per tale motivo non si può stabilire se la ragazza sia stata anche violentata.

Sul sito di Chi l’ha visto? si legge parte della relazione prodotta dalla dottoressa: “Purtroppo gran parte dei genitali e dell’ano è stata prelevata all’autopsia ma mai rinvenuta per ulteriori indagini“. L’esame ha rilevato anche la mancanza di alcune lesioni sul cranio che “non sono state più ritrovate in seguito ai vari passaggi avvenuti negli anni successivi“, ha scritto Cristina Cattaneo. Inoltre, al tempo non vennero eseguiti degli esami che avrebbero potuto stabilire l’ora esatta del decesso. A oggi è impossibile rimediare.

 

Chi l'ha visto? ha parlato di nuovo dell'omicidio Mollicone. Fonte: Sito Chi l'ha visto?
Chi l’ha visto? ha parlato di nuovo dell’omicidio Mollicone. Fonte: Sito Chi l’ha visto?

Il chiarimento sulla scomparsa degli organi

Qualche ora fa è arrivato un chiarimento da parte di un componente del pool investigativo dell’epoca. In un’intervista a Frosinone Today l’uomo ha rivelato che gli organi non sono spariti ma resi inutilizzabili da una conservazione non adeguata. “In realtà questo aspetto è cosa nota a tutti, sia investigatori che avvocati di indagati e parte civile, da quasi due anni“, ha dichiarato. 

Tutti gli articoli sull’omicidio di Serena Mollicone

Guglielmo Mollicone, padre di Serena. Fonte: Sito Chi l'ha visto?
Guglielmo Mollicone, padre di Serena.
Fonte: Sito Chi l’ha visto?

Lo sconforto del padre di Serena

A seguito della notizia della sparizione degli organi, il padre della ragazza sente che hanno ucciso nuovamente sua figlia. Ha rivolto parole dure rispetto all’accaduto: “Vogliamo risposte da chi ha fatto l’autopsia prima della Cattaneo. Se succedono ancora queste cose in Italia per omettere delle accuse specifiche a chi è stato l’assassino di Serena è molto grave. Se mancano realmente ci penseranno i miei avvocati a tutelare Serena e la sua memoria“.

La Procura di Cassino ha chiuso le indagini preliminari sulla morte di Serena pochi giorni fa. Guglielmo Mollicone, a tal proposito, ha detto “Serena è stata uccisa troppe volte. Spero in un giusto processo e che la verità dia pace a me e sopratutto alla mia bambina“.