Good News

Vedova impegna le fedi, un ristoratore le fa un regalo e gliele ricompra

Una signora della periferia Est di Roma è costretta a vendere le fedi per affrontare le forti difficoltà economica. Un ristoratore colpito dalle parole della signora ha deciso di ricompargliele. Un gesto di profonda empatia nei confronti della vedova di Torre Maura.
vedova di Torre Maura

Siamo nelle periferia est di Roma, a Torre Maura, in un quartiere diventato ormai tristemente famoso per la questione del trasferimento di alcune famiglie rom. Un’anziana signora, rimasta vedova e completamente sola, per affrontare la sua grave situazione economica è stata costretta a impegnare i gioielli di famiglia e, in particolare, le fedi del matrimonio. Racconta la sua toccante storia a Quarta Repubblica, programma in onda su Rete 4. Nelle sue parole si sente la gravità della sua situazione che l’ha portata a privarsi del ricordo di suo marito. Le difficoltà ci costringono a fare dei sacrifici importanti nelle nostre vite, come quello compiuto dalla signora.

“Per me è stato come fargli un torto”, racconta davanti alle telecamere del programma ma, continua, grazie alla vendita è riuscita ad andare avanti per un paio di giorni con il ricavato.

“Per quella del matrimonio mi hanno dato 45 euro”

“Ne avevo una di oro bianco e una di oro rosso. Per quella del matrimonio mi hanno dato 45 euro”,dice la signora al programma di Nicola Porro. Una frase forte che arriva al cuore di un ristoratore dei Parioli che non riesce a rimanere indifferente.

L’uomo decide di fare un gesto importante: ricomprare l’anello della signora. Un grande gesto di compassione e vicinanza nei confronti delle difficoltà della vedova di Torre Maura. La signora, come mostrano le telecamere del programma, nel momento della consegna trema e si legge e si sente nelle sue parole la gioia per il gesto compiuto nei suoi confronti.

vedova di Torre Maura consegna fedi
Immagine della consegna della fede all vedova di torre Maura durante la puntata di “Quarta Repubblica” del 29 Aprile

Potrebbe essere nostra madre

Il ristoratore, Massimo Gemignani, è stato in seguito invitato nel programma.

Durante l’intervista alla domanda sulla motivazione che l’ha spinto a compiere il gesto, l’uomo risponde “Mi sono sentito male, quella signora potrebbe essere nostra madre. E nessuno vorrebbe vedere la propria mamma che vende i gioielli per tirare avanti”. Parole forti che esprimono la profonda empatia che il ristoratore ha provato nei confronti della donna.

Nella Foto alto la vedova di Torre Maura durate la puntata di Quarta Repubblica del 29 Aprile

Potrebbe interessarti