Cronaca

Scontri a Modena tra attivisti dei centri sociali e polizia al comizio di Salvini

Il ministro dell'Interno ha definito i manifestanti "Quattro zecche dei centri sociali che fanno casino"
Scontri a Modena tra attivisti dei centri sociali e polizia al comizio di Salvini

Matteo Salvini sta facendo il giro dell’Emilia Romagna in vista delle elezioni europee. In antitesi al suo tour elettorale diverse manifestazioni di protesta. Qualche ora fa si è tenuto un comizio del ministro dell’Interno a Modena. Sia prima che durante l’intervento si sono verificati degli scontri tra un centinaio di manifestanti e la polizia. Al lancio di sassi da parte di alcuni ragazzi dei centri sociali, le forze dell’ordine hanno risposto con manganellate. 

Gli scontri a Modena

La tensione stava aumentando già qualche minuto prima che Matteo Salvini arrivasse in piazza Matteotti a Modena, per il consueto comizio in vista delle elezioni elettorali.

Non appena giunto sono iniziati anche gli scontri. All’ingresso del parco Novi Sad alcuni attivisti del centro sociale Spazio Guernica, hanno lanciato sassi contro la polizia, riporta La Repubblica Bologna. Le forze dell’ordine hanno risposto alla sassaiola con delle cariche di alleggerimento. Sembrava che la situazione fosse rientrata, dopo qualche ora però un gruppo di manifestanti ha provato a sfondare il cordone.

In quel momento sono ripartite le manganellate.

Il ragazzo ferito a seguito degli scontri. Fonte: Ansa
Il ragazzo ferito a seguito degli scontri. Fonte: Ansa

Così, la manifestazione organizzata per protestare contro l’arrivo del leader della Lega è finita con una persona fermata. Un ragazzo è anche rimasto ferito e ha perso sangue dal capo. 

Il post di Matteo Salvini sugli scontri avvenuti a Modena. Fonte: Matteo Salvini/Facebook
Il post di Matteo Salvini sugli scontri avvenuti a Modena. Fonte: Matteo Salvini/Facebook

La risposta di Salvini

La risposta del ministro agli scontri tra attivisti e forze dell’ordine non ha tardato ad arrivare. Non appena salito sul palco, Salvini ha replicato definendo i manifestanti: “Quattro zecche dei centri sociali che fanno casino“.

Ha continuato dicendo: “Non ci sono i più i compagni di una volta“. Successivamente ha anche pubblicato un post su Facebook. Ha contrapposto le “persone per bene” che partecipano al comizio ascoltando il suo intervento, ai ragazzi dei centri sociali appellandoli come “i soliti ‘democratici’” che tirano “le sassate alla polizia“. 

Potrebbe interessarti