Cronaca

Savona: 55enne azzannato dal cane dei vicini muore tra atroci sofferenze

Un uomo di 55 anni originario di Savona è morto dopo quattro giorni di agonia dopo essere stato aggredito dal cane dei vicini
foto in primo piano di un mastino

Giampaolo Rebella è morto dopo giorni di atroci sofferenze. Per il 55enne originario di Stella, frazione di Savona, non c’è stato nulla da fare, le ferite infertegli dal cane del vicino, un mastino, erano troppo gravi. L’uomo è stato aggredito lo scorso martedì mentre rientrava a casa dal lavoro e, dal trasporto in ospedale in codice rosso, le sue condizioni non sono mai migliorate. L’uomo è morto dopo giorni di agonia e due operazioni.

Azzannato dal cane muore dopo giorni di agonia

Rebella aveva 55 anni ed era capocantiere Ata (azienda dei rifiuti).

Da martedì era ricoverato presso l’ospedale San Martino di Genova, dov’era stato trasportato d’urgenza a seguito dell’aggressione da parte del cane del vicino. Lì Giampaolo Rebella era stato sottoposto a diverse e delicate operazioni chirurgiche per rimarginare le gravi ferite inferte. Secondo quanto si legge su Ansa, soprattutto la seconda operazione era destinata alla ricostruzione del volto e alla riduzione delle fratture causate dal cane. Dopo l’operazione Rebella non si è più ripreso ed è venuto a mancare.

L’aggressione da parte di un mastino

È accaduto tutto nel pomeriggio di martedì quando Giampaolo Rebella, rientrando a casa dopo le 13, è stato aggredito da un mastino di proprietà dei vicini, che gli è saltato addosso, non appena varcato il cancello d’ingresso comune alle due abitazioni, mordendolo al volto e agli arti superiori. Fin dall’arrivo in ospedale in codice rosso, le condizioni cliniche dell’uomo sono risultate critiche; Rebella ha riportato gravissimi danni al viso, al tessuto cerebrale e agli arti superiori, poiché l’uomo aveva istintivamente tentato di difendersi. Ora il cane è stato posto sotto sequestro, si trova rinchiuso in una gabbia sotto l’affidamento dei proprietari.

Il proprietario dell’animale è indagato per omicidio colposo, il sostituto procuratore Elisa Milocco ha aperto un’indagine al fine di ricostruire quanto accaduto e stabilire la responsabilità.

Potrebbe interessarti