ospedale del mare

Un fatto avvenuto all’ospedale del Mare sta scuotendo l’opinione pubblica. Protagonista sfortunato di questa storia è un uomo, colto da un infarto, che avrebbe aspettato 5 ore su una barella per essere visitato. Ad aiutarlo è stata unicamente sua moglie, infermiera, che spazientitasi davanti a tale noncuranza ha deciso di chiamare un taxi e portare l’uomo in un altro ospedale.

Lasciato solo in una grave situazione

Carmela Fattorusso ha fatto arrivare la sua storia alla pagina Facebook di Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi. Il suo racconto parla di sue richieste ai colleghi, lì presenti, di aiutarla, e delle loro risposte.

“Mi sono rivolta ai colleghi chiedendo che rivalutassero le condizioni di mio marito che intanto peggiorava sempre di più, mi sono sentita rispondere in malo modo, con arroganza e assoluta scostumatezza senza ottenere che qualcuno di essi si avvicinasse al paziente”.

Poi, la decisione di portare il marito in un’altra struttura: “A mezzanotte e mezza senza ottenere alcun tipo di soccorso ho portato via in taxi mio marito all’ospedale di Pozzuoli dove in seguito a prelievo, eco-cardiogramma e torace è stato riscontrato un infarto.

Per mancanza di posti è stato trasferito ad Aversa dove il calvario ha avuto fine. Al momento è ricoverato in terapia intensiva dopo aver ricevuto tre stent”.

La risposta di Borrelli

La situazione era dunque grave, come la donna aveva temuto. Francesco Emilio Borrelli, dal canto suo, ha espresso solidarietà nei confronti della donna: “Seguirò personalmente lo sviluppo della vicenda, ha concluso Borrelli, è inquietante che un paziente colto da infarto si salvi solo grazie alla lungimiranza della moglie e non per il lavoro di gente pagata per svolgere il proprio lavoro”.

Borrelli ha anche aggiunto: “La denuncia di Carmela è gravissima, l’ospedale del Mare è un’eccellenza, è indispensabile l’impegno di persone dedite e professionali in tutti gli ambiti”.