Cronaca

“Semi di bellezza” sparsi per Torino: la poesia sbarca a San Salvario

Una serie di incontri all’aria aperta all'insegna della poesia. "Semi di Bellezza" è pensata per portare la letteratura in giro per il quartiere di Torino. Un'iniziativa firmata dall'associazione Donne per la Difesa della Società Civile
libro aperto con delle rose dentro

Di notte movida, di giorno poesia. I versi di Baudelaire e Neruda, e molti altri ancora, animeranno il quartiere di San Salvario, a Torino, per tutto il mese di maggio. L’associazione Donne per la difesa della società civile porta la poesia in via Campana 32, a poca distanza dal cuore verde della città, a due passi dal parco del Valentino. E lo fa con Semi di bellezza, una serie di incontri all’aria aperta pensati per respirare un po’ di letteratura in giro per un quartiere in costante espansione. E che fino al 30 maggio ospiterà incontri e dibattiti letterari.

Poesia e natura

Il progetto Semi di bellezza è frutto di un’iniziativa del gruppo di donne che vuole lasciare alle future generazioni “un mondo migliore di quello che noi stesse abbiamo trovato”.

Pensata come una tipica guerrilla garden, una pratica di giardinaggio “politico” che mira a valorizzare una parte della città, questa manifestazione nasce all’insegna del rispetto dell’ambiente e della promozione della cultura.

libro aperto

Donne per la difesa della società civile

Il progetto è nella mani di un’associazione che si pone come trait d’union tra le istituzioni e la società civile, con la promozione di attività culturali all’interno della cornice urbana.

L’associazione Donne per la Difesa della Società Civile – riporta il sito dell’associazione – Trae origine da un gruppo di donne, che si riconoscevano nei valori storici della sinistra, trovatesi nella primavera 2001 intorno a Maria Ferrero per fare qualcosa contro una deriva della democrazia e della convivenza civile nel nostro paese convinte che fosse giunta l’ora che le donne in prima persona si occupassero di tutti gli aspetti della politica, per difendere valori condivisi, cioè uguaglianza, pari opportunità, libertà, democrazia, giustizia sociale”.

L’appuntamento ogni giovedì

Gli obiettivi dell’associazione? Divulgare la cultura, attraverso l’impegno concreto dei cittadini. Gli incontri, che prevedono una sorta di merenda sinoira, una tradizione piemontese a metà tra la merenda e l’apericena, sono iniziati lo scorso 2 maggio, con l’appuntamento “Un comune sentire”. I prossimi appuntamenti si terranno sempre di giovedì, sempre in via Campana 32, sempre alle 17:00.

Potrebbe interessarti