manuel bortuzzo mentre parla in un video

“Mai arrendersi” sembra essere il motto di Manuel Bortuzzo, il ragazzo gravemente ferito durante una sparatoria a Roma. In un video pubblicato su Facebook, il giovane annuncia di aver concluso il primo step del suo percorso riabilitativo, presso la clinica Santa Lucia. Con il suo immancabile sorriso stampato sulle labbra, ora è pronto anche per caricarsi in vista del secondo step.

Manuel Bortuzzo torna a casa dopo 3 mesi

Quello del giovane atleta è stato un recupero molto complesso, che ha richiesto tempo e grande sacrificio. Il ragazzo, però, è entrato nel cuore di tutti gli italiani per la sua incrollabile forza di volontà. La grinta mordente dell’atleta non l’ha infatti mai abbandonato. Dopo 3 lunghi mesi per la riabilitazione nella clinica Santa Lucia, ora sarà dimesso per poter tornare a godersi il clima intimo e familiare della sua casa a Roma.



Insieme ovviamente al suo nuovo amico Roy, il regalo a sorpresa ricevuto per i suoi 20 anni compiuti il 3 maggio. Ad annunciare il rientro ai fan è stato lui stesso, tramite un video pubblicato su Facebook in cui appare solare ed entusiasta. La battaglia, però, non è ancora conclusa. La paralisi degli arti inferiori causata dalla sparatoria richiede infatti un iter lungo. Per fortuna, Manuel Bortuzzo è un combattente nato.

In attesa del secondo step riabilitativo

Il giovane 20enne nel video ha anche affermato che la sfida continuerà. L’atleta ha infatti annunciato che a breve inizierà il secondo step del suo percorso riabilitativo, ovvero quello che prevede le terapie in day hospital. Niente spaventa l’eroe del nuoto, che anche fuori dall’acqua si sta mostrando un ragazzo pieno di coraggio. Nel frattempo i pm stanno per mettere la parola fine alle indagini sul ferimento del giovane. Potrebbero, infatti, essere presto rinviati a giudizio i presunti responsabili della sparatoria, Lorenzo Marinelli e Dario Bazzano.

*immagine in alto: Manuel Bortuzzo. Fonte/Facebook Manuel Bortuzzo