michele bravi

La vicenda giudiziaria che vede implicato il cantante Michele Bravi è stata travolta dalla disinformazione, secondo il suo avvocato Manuel Gabrielli. A cominciare dalla dinamica dell’incidente stradale in cui è rimasto coinvolto il cantante e che ha provocato la morte di una donna 58enne, Rosanna Colia, il 22 novembre scorso, finendo con l’iter giudiziario che lo riguarda e che lo vede indagato per il reato di omicidio stradale: in questi mesi sarebbero circolate notizie false.

La dinamica dell’incidente chiarita dall’avvocato

Innanzitutto, in un’intervista al Corriere della sera, l’avvocato Manuel Gabrielli ha chiarito la dinamica dello scontro tra l’automobile del suo assistito, Michele Bravi, e la moto su cui viaggiava Rosanna Colia.

Non sarebbe vero che l’impatto tra i due veicoli abbia avuto luogo mentre Michele Bravi effettuava un’inversione a U non rispettando il diritto di precedenza della motociclista, la tragedia si sarebbe invece verificata mentre questi imboccava una svolta a sinistra per introdursi in un passo carraio, un’ “azione di cui aveva piena legittimità“, come l’ha definita il legale.

Inoltre, sottolineando che si sta analizzando la velocità della motocicletta sua cui viaggiava la vittima, l’avvocato ha messo in evidenza diversi elementi relativi alla dinamica dell’incidente che dimostrerebbero l’innocenza di Michele Bravi: “Michele nella svolta aveva già impegnato la linea di mezzeria e l’impatto è stato contro lo sportello posteriore dell’auto, lato guidatore.

Inoltre, vi era spazio tra l’auto e il margine esterno stradale, in cui la moto avrebbe potuto superare“.

michele bravi
Michele Bravi. Foto: Instagram Michele Bravi

Un altro elemento del quadro che è dalla parte di Michele Bravi è il risultato degli esami tossicologici che sarebbero risultati tutti negativi. Inoltre, il giovane si sarebbe sottoposto anche a quelli non obbligatori risultando sempre “pulito”.

Considerati gli “elementi che dimostrano l’innocenza” di Michele Bravi, il legale ha manifestato l’intenzione di chiedere al pm l’archiviazione del procedimento per omicidio stradale, nei prossimi giorni. L’avvocato ha anche chiarito che non c’è alcun processo in corso attualmente contro il cantante, come era sembrato scontato dopo la notifica della Procura di conclusione delle indagini sull’incidente mortale.

Michele Bravi e la tragedia

L’avvocato Manuel Gabrielli – che aveva già in passato messo in luce quanto Michele Bravi stesse soffrendo per la morte di Rosanna Colia – ha evidenziato come quanto successo abbia rappresentato una vera tragedia non solo per i familiari di Rosanna Colia, la vittima dell’incidente stradale, ma anche per il suo assistito.

Il giovane nei mesi scorsi si è barricato in un silenzio che la dice lunga su quanto stia soffrendo.

Le uniche parole che ha voluto indirizzare ai suoi fan lasciavano trapelare tutto il suo dolore e la flebile intenzione di risalire la china, seppur lentamente e con difficoltà: “Sto cercando di costruire piano piano la realtà“. Ma, come spiega il legale, a far soffrire Michele Bravi, adesso, non ci sarebbe solo il drammatico incidente ma anche tutte le false notizie circolate sull’accaduto: “Sta molto male e il suo silenzio è proprio per rispettare le persone coinvolte.

Una cosa del genere segna moltissimo. Ma segna anche leggere che molti ti considerano già il responsabile di questo dramma“.

michele bravi
Michele Bravi

Credits immagine in alto: Instagram Michele Bravi