mani di un dottore che scrive una ricetta

L’arresto è stato disposto dal gip del Tribunale di Savona nei confronti di un medico di 63 anni e in pensione da 18 mesi. Secondo quanto emerso dalle indagini della Squafra Mobile di Savona, l’uomo avrebbe molestato di una ragazza di appena 16 anni durante una visita a domicilio. Sul medico al momento in arresto, pende la grave accusa di violenza sessuale con l’aggravante di abuso di autorità.

Savona, neurologo abusa della paziente 16enne

La notizia è stata battuta in questi momenti sebbene i fatti, nello specifico, si siano verificati intorno a dicembre dello scorso anno, e arriva da Savona dove un medico di 63 anni è finito in manette. Come riportano le testate locali, il medico – un neurologo in pensione da 18 mesi – avrebbe molestato di una ragazzina di appena 16 anni mentre la visitava a domicilio.

Introdottosi nella dimora della ragazza senza alcun sospetto, il medico avrebbe prima fatto uscire dalla stanza la madre. Immediatamente dopo, abusando della sua autorità, il medico ha fatto spogliare la ragazza facendole credere che facesse parte della visita per poi abusare di lei.

La molestia nel corso della seconda visita a domicilio

La ragazzina, ancora scossa, ha confessato l’accaduto alla madre subito dopo la molestia, che ha deciso di recarsi immediatamente in questura a denunciare. A seguito di approfondite indagini, sarebbe emerso come il neurologo avesse già abusato del suo ruolo di medico. La prima volta che visitò la ragazzina a casa, la paziente ha raccontato come il dottore le avesse sfilato il reggiseno senza però spingersi oltre. Durante la seconda visita invece si è consumata la violenza. Anche un secondo medico era venuto a conoscenza di questo triste accaduto: la ragazzina infatti, dopo aver subito la molestia e averla raccontata alla madre, si era confidata con un altro professionista a cui si era rivolta dopo. Entrando nel merito della molestia subita dalla ragazza, sembra che il neurologo l’abbia ripetutamente palpeggiata durante la visita.