game of thrones


Sulle sei (troppo poche, per molti) puntate della stagione finale di Game of Thrones c’erano aspettative altissime. I fan che seguono la serie dagli albori hanno sempre avuto una curiosità, su tutte: chi salirà sul famigerato trono di spade? E chi morirà, dunque, cercando di ottenerlo?

Ora che queste risposte stanno arrivando pare non siano quelle giuste: per molti fan sono morte le persone sbagliate, o sono morte le persone giuste nel modo sbagliato. O, ancora, tutto è accaduto troppo velocemente per essere godibile. Come rimediare? secondo molti fan, la soluzione è semplice: basta riscrivere l’ottava stagione della serie.

Rifare la stagione daccapo

La petizione al momento aperta su Change.org ha un titolo molto chiaro: “Rifare la stagione 8 di Game of Thrones con sceneggiatori competenti”. La protesta pare di fatto essere contro David Benioff e D.B Weiss, attuali autori: “David Benioff e D.B. Weiss hanno dato prova di essere autori del tutto incompetentii nel momento in cui non hanno delle risorse (ovvero i libri) a cui riferirsi.Questa serie merita un finale migliore e con più senso. Sostieni le mie aspettative e fallo succedere, HBO!”.

Il tono è chiaramente ironico e l’autore dev’essere qualcuno che semplicemente non ha gradito lo sviluppo della storia, ma pare che abbia trovato molti alleati online: sono infatti 771.470 coloro che hanno firmato la petizione, che vorrebbe arrivare a 1 milione di firme.

E dopo, cosa accadrebbe?

Quello che non è ben chiaro a livello logico è cosa dovrebbe accadere nel momento in cui, in un modo alternativo (e meno aderente alla realtà dei fatti) HBO decidesse di dare retta ai difficili gusti dei fan di GOT. Ci sarebbe un brainstorming tra il milione di persone che avrebbero firmato la petizione, in cui ognuno propone le sue idee? Le idee verrebbero poi sottoposte a HBO che le consegnerebbe a dei nuovi autori?

Se invece HBO facesse nuovamente di testa sua senza ascoltare gli illuminati pareri dei fan e le aspettative non fossero, di nuovo, soddisfatte? Sarebbe un bel problema, a quel punto.