emimelia tibiale giovanni

Il piccolo Giovanni, di Cittadella, un comune in provincia di Padova, ha solo 2 anni e sta già affrontando una dura prova. È affetto da una rarissima malattia, la emimelia tibiale, è nato senza tibia.

Il futuro per Giovanni

Mesi fa i genitori di Giovanni avevano lanciato una appello per tentare di dare una possibilità al figlio. L’unica soluzione però era andare all’estero, in Italia l’unica possibilità offerta dalle migliori equipe mediche italiane è quella dell’amputazione dell’arto, il destro per Giovanni. La Florida potrebbe dare una possibilità concreta al piccolo, ma la cifra da raccogliere era importante e i genitori avevano chiesto aiuto.

Finalmente la buona notizia: la cifra necessaria per l’intervento è stata raccolta.

Le parole dei genitori di Giovanni

A parlare con il Gazzettino è la madre di Giovanni, Erika, che ha voluto gridare al mondo la sua felicità: “Ottime notizie dall’America! Giovanni potrà correre e saltare! Dror Paley ha confermato che con 3 interventi mio figlio avrà la sua meravigliosa gamba. Una gioia che che non mi fa sparire i brividi. Vorrei chiamare uno ad uno tutti.

Grazie amici per averci permesso tutto ciò“.

L’operazione di Giovanni costerà circa 400mila dollari, proprio la somma che la famiglia è riuscita a raccogliere anche grazie al gruppo Diamo il meglio a Giovanni che scrive aggiornamenti sulla situazione del piccolo. Anche la Regione Veneto ha dato una mano con la somma di 50mila euro: “Ringraziamo veramente tutti. La spesa degli interventi e di 12 settimane di riabilitazione è di 350 mila euro. Ideale sarebbero poi altre 12 settimane. Adesso dovremo effettuare il versamento di 10 mila dollari, e solo dopo fisseranno la data dell’operazione“.