escrementi di topo nei cassetti e nel letto dei bimbi dell'asilo

Non appena alcuni genitori hanno scorto gli escrementi disseminati per tutti i luoghi frequentati dai loro piccolissimi figli non hanno esitato a portarli via nell’immediato e a chiamare la Polizia. I fatti sono avvenuti all’interno di un asilo di Napoli, precisamente l’asilo nido Marco Polo.

Napoli: escrementi di topo nei luoghi frequentati dai bimbi

La struttura, già nell’occhio delle autorità, era stata riaperta da pochi giorni a lavori ultimati. L’asilo già mesi fa era stato chiuso per dei lavori di bonifica della struttura, nonché per interventi di sanificazione e bonifica essendo destinata, la struttura, all’accoglienza di bambini particolarmente piccoli.

Eppure, a pochi giorni dalla riapertura, la Polizia ha nuovamente posto i propri sigilli ed è attesa sul luogo, prossimamente, anche l’Asl.

Chiuso l’asilo: la scoperta delle mamme

Nello specifico a fare l’agghiacciante scoperta sono stati alcuni genitori dei bambini dell’asilo, freschi di trasferimento nella rinnovata vecchia sede. Il primo particolare ad attirare la loro attenzione sono stati gli escrementi di topo scorti nelle immediate vicinanze dei lettini della struttura. Un indizio che ha subito scatenato l’indignazione dei genitori che puntigliosamente si sono messi a ispezionare il luogo, facendo altrettante scoperte rabbrividevoli.

I genitori hanno così avuto modo di rinvenire escrementi di topo nei luoghi frequentati quotidianamente dai loro piccoli figli, dove questi dormivano, mangiavano e giocavano dunque nei cassetti, al di sotto dei materassi. I genitori hanno immediatamente segnalato ciò al personale della struttura e chiamato la Polizia per denunciare la situazione. Secondo le prime ipotesi, dopo i lavori già apportati alla struttura, sarebbe stata nulla o manchevole la pulizia degli spazi destinati ai bimbi.

La denuncia alla Polizia

Ci sono escrementi di ratto ovunque, su culle, fasciatoi, nei cassetti, sui GIOCATTOLI.

Sia ieri che oggi i bambini sono stati fatti regolarmente entrare nonostante tutto il personale scolastico e comunale erano a conoscenza di questo scempio“, scrive così un utente su Facebook in relazione alla vicenda.

Al momento la struttura risulta chiusa e posta sotto controllo della Polizia. Nelle prossime ore è attesa la verifica da parte dell’Asl che provvederà ad ispezionare la struttura e a predisporre la sua immediata disinfestazione.

*immagine in alto: fonte/Facebook