niki lauda

Non un semplice ex pilota ma 3 volte campione del mondo della Formula 1, imprenditore, dirigente sportivo e tra le ultime fatica, la creazione di due compagnie aeree. Tanti i trionfi del celeberrimo pilota Niki Lauda, venuto a mancare a 70 anni dopo una lunga malattia.

La carriera e l’incidente sul circuito di Nürburgring

Potremmo inserire la sua data di nascita vera, 22 febbriaio 1949, ma il suo vero battesimo avvenne nel 1975, quando per la prima volta vinse il campionato del mondo della Formula 1 a bordo della Ferrari. Sono stati 25 i Gran Premi vinti da Lauda alla luce dei 171 a cui ha preso parte.

Uomo di grande meticolosità, gli addetti ai lavori erano saliti chiamarlo “computer” per la sua rara ed unica capacità di scovare l’imperfezione della vettura anche quando questa si insidiava nelle giunture più nascoste.

niki lauda

Niki Lauda e gli evidenti segni dell’incidente del 1976

Se tanti lo ricordano come un grande campione, tanti altri lo ricordano come protagonista di una delle più acerrime inimicizie della Formula 1. Un antagonismo, quello tra Lauda e James Hunt, che tenne col fiato sospeso il pubblico in innumerevoli occasioni. Era il 1976 quando Lauda ebbe un terribile incidente in Germania, sul circuito di Nürburgring.

Prima lo schianto poi quelle fiamme rimaste impresse nei ricordi comuni, che avvolsero totalmente l’abitacolo imprigionando Lauda. Un incidente rimasto impresso non solo nell’immaginario collettivo ma anche sul volto sfigurato del pilota.

niki lauda

Lauda e Hunt, tra gli antagonismi più seguiti e ricordati

Prima del trapianto di polmoni, un doppio trapianto di rene

Finita la carriera dentro l’auto, la sua anima imprenditoriale ha preso il sopravvento. Conclusa la carriera nel 1985, Lauda ha mostrato un vivo interesse per le compagnie aeree fondandone due a suo nome. Fuori dalle scuderie – divenuto presidente non esecutivo della Mercedes – Lauda aveva 5 figli e già un trascorso difficile a livello di salute.

Prima di sottoporsi il 2 agosto ad un urgente trapianto di polmoni infatti, Lauda si sottopose nel ’76 e nel ’97 ad un doppio trapianto di rene.

La morte del campione Niki Lauda

Un campione conosciuto da tutti, grande e piccini, una vera leggenda tra i circuiti di Formula 1. È venuto a mancare ieri, lunedì 21 maggio, ul grandissimo ex pilota ed ex ferrarista, lo sportivo originario di Vienna che ha varcato la soglia di ben 177 Gran Premi. Lauda, classe 1949, è morto ieri dopo u lungo ricoveo in una clinica svizzera ed era malato da tempo.