polizia aggredito morso

Un’atroce aggressione è avvenuta ai danni di un poliziotto a Torino, dove un ragazzo di 23 anni, fermato per droga, avrebbe aggredito l’agente fino a staccargli un pezzo di dito a morsi.

Era stato fermato per droga

Il fatto è avvenuto nel quartiere Mirafiori, una delle zone periferiche di Torino. Il ragazzo, di origini nigeriane, si trovava ai giardini Di Vittorio e alcuni agenti lo hanno fermato. Trovandogli della droga in tasca, i poliziotti hanno deciso di portare il giovane in questura per effettuare il foto segnalamento. Durante gli scatti il 23enne si sarebbe scagliato contro un agente e gli ha violentemente morto un dito, staccando una falange dell’anulare sinistro all’uomo.

L’agente è stato immediatamente portato all’ospedale CTO e i medici stanno cercando di capire se riusciranno a riattaccare il pezzo di dito staccato. A quanto pare, il giovane era conosciuto per non essere un tipo tranquillo: a Pasqua si era  scagliato contro un altro agente che aveva cercato di aggredire usando una spranga di ferro.

La reazione dei sindacati di polizia

Il fatto ha scatenato l’immediata reazione dei sindacati Siap e Gulp.

Pietro Di Lorenzo, del Siap, ha dichiarato: “Ennesimo grave episodio che dimostra la pericolosità dei soggetti con cui hanno a che fare quotidianamente i colleghi delle volanti”. Parole che sembrano aiutar la causa del decreto sicurezza: “Attendiamo che sia approvato urgentemente il nuovo decreto sicurezza annunciato, in cui paiono comparire misure più adeguate e pene più severe per chi aggredisce gli operatori. Al collega ferito la grande vicinanza e gli auguri di pronta guarigione”.