Heather Parisi sito Nicola Porro

Non si placano le polemiche relative al gesto di Heather Parisi nel salotto di Fabio Fazio. Domenica scorsa, a Che Tempo che Fa, l’ex ballerina aveva alzato il braccio con il pugno chiuso (un saluto che molti hanno riconosciuto come “comunista”) come simbolo in difesa – a suo dire – di tutte le minoranze che non sarebbero tutelate da questo governo. L’episodio ha fatto discutere su web e social dove ha trovato spazio anche un articolo pubblicato sul sito del giornalista Nicola Porro, che bollava il pugno chiuso come “simbolo di oppressione”.

La risposta di Heather Parisi

Ancora una volta, la Parisi non è rimasta indifferente alle provocazioni ma, anzi, ha provato a chiarire la sua posizione rispondendo alle critiche: “Voglio essere come sempre diretta e senza peli sulla lingua. Il tentativo di certa carta stampata italiana di utilizzare la mia gestualità per appiccicarmi etichette politiche conferma la mia convinzione che l’italiano ha la tendenza ad essere un po’ provinciale e ad amare le chiacchiere da cortile”. La Parisi, che negli ultimi anni ha connotato la sua presenza social con uno stile diretto e, in certi casi, provocatore, ha poi spiegato il significato che attribuisce a quel gesto: “Basterebbe poco per informarsi e guardare oltre i propri confini, alla cultura e alla storia degli altri popoli.

 Io sono cresciuta negli anni 60 a Sacramento (USA) e fin da piccola ho tratto ispirazione dal movimento americano dei Black Panther Party fondato da Huey Newton e Bobby Seale dopo l’assassinio di Malcom X. Nel maggio del 1967 mia madre mi portò a vedere a Sacramento il leader dei Black Panther, Seale, marciare a difesa degli afroamericani contro i soprusi della polizia bianca alzando il braccio esattamente come sono solita fare io e portandolo al cuore esattamente come faccio io.

Questo gesto mi ha contraddistinto da sempre, fin dalle mie prime esibizioni in Italia senza che nessuno abbia mai detto nulla”. 

fabio fazio mentre cerca di fermare heather parisi che fa il pugno chiuso
Fabio Fazio ed Heather Parisi a Che Tempo che Fa

“La toppa è peggio del buco”

Anche il giornalista di Porro ha replicato alla replica, continuando il ping pong delle polemiche e delle provocazioni:La signora Parisi ci permetterà di obiettare alla sua accusa di provincialismo.

Siamo certi che Sacramento sia il centro del mondo…”. E poi ancora: “Black Panther era una organizzazione paramilitare di derivazione comunista con preoccupanti idee antisioniste ma secondo molti storici sarebbe più giusto dire antisemite. Teorizzava la rivolta armata degli afroamericani […]”. E infine: “Magari la Parisi potrebbe consultarsi con qualcuno di Carmel, sentire qualche attore di Big Little lies, qualcuno insomma dall’aria cosmopolita e di cui lei si possa fidare, per capire meglio il significato del pugno chiuso da queste parti […]. La ricordiamo più per i balletti di Cicale Cicale, che per questi grandi pugni chiusi esibiti in quella fantastica Rai in cui lei ebbe grande e meritato successo”.

Heather Parisi
Heather Parisi