ambulanza in strada

Quanto accaduto è avvenuto in quel di Pregnana, ieri pomeriggio, nel milanese. Una donna di 43 anni è stata violentemente aggredita da un uomo di 57 anni, un condomino noto a tutto il vicinato per essere una persona particolarmente aggressiva e incline ai litigi, che l’ha raggiunta nel suo negozio di fiori per colpirla ripetutamente con calci e pugni.

Milano, picchia brutalmente la condomina

Al momento non c’è alcun motivo che possa assurgere ad essere il movente della terribile aggressione subita da una donna di 43 anni all’interno del suo negozio di fiori ieri pomeriggio nel milanese. La donna è stata raggiunta da un uomo, un fabbro di 57 anni che tutta la zona conosce per essere un tipo aggressivo e che conta già precedenti di violenza.

L’uomo si è introdotto all’interno del negozio e ha iniziato a picchiarla brutalmente. Secondo quanto emerso finora, il 57enne avrebbe preso a schiaffi, calci e pugni la donna senza riserbo, come in preda ad una cieca ira tuttavia ancora ingiustificata.

Fratturate due costole e lesioni al fegato

Nell’aggressione, la donna si è fratturata due costole e avrebbe potuto subire ancor peggio se non fosse stato per l’intervento di un residente che passando davanti al negozio si è accorto dell’uomo a cavalcioni sulla donna, intento a picchiarla.

L’uomo è stato prontamente arrestato dai carabinieri mentre la donna è stata urgentemente ricoverata al Niguarda di Milano: i medici hanno comunicato che permarrà in osservazioni dopo averle riscontrato sospette lesioni anche al fegato.

Mentre l’uomo continuava a picchiare la donna tenendole una mano sulla bocca a serrargliela, secondo quanto emerso dal postumo racconto del passante che l’ha salvata, il 57enne lo avrebbe così minacciato: “Il prossimo sei tu. Arrestato dai carabinieri, sul 57enne pendono al momento le gravi accuse di violazione di domicilio e lesioni personali.

*immagine in alto: Ansa