uomo impugna coltello insanguinato

Cusano Milanino, un uomo italiano di 43 anni è morto questa mattina, intorno alle 11, ucciso da una coltellata. L’uomo si era presentato nel cortile dell’abitazione dell’ex quando è stato visto dal nuovo compagno di lei, anche lui italiano.

L’accoltellamento si è verificato a seguito di una colluttazione tra i due uomini; sul luogo sono accorsi i carabinieri di Sesto San Giovanni e i soccorritori del 118. Per il 43enne non c’è stato nulla da fare, l’uomo è morto subito dopo il suo arrivo in ospedale. Al momento sono ignote le cause dietro la lite, le indagini sono in corso.

Sul luogo sono sopraggiunti i carabinieri del comando di Sesto San Giovanni.
Immagine di repertorio

Ucciso da una coltellata nel milanese

È accaduto tutto in pochi attimi, intorno alle 11 di questa matti. L’uomo, un 43enne, si trovava nel cortile dell’abitazione dell’ex fidanzata in un centro in provincia di Milano, Cusano Milanino, quando è stato ucciso da un colpo di coltello al fianco che ne ha causato la morte. Il colpo mortale sarebbe stato inferto dal nuovo compagno dell’ex del 43enne.

L’uomo avrebbe agito dopo aver sorpreso il 43enne mentre si aggirava nella proprietà. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Sesto San Giovanni e gli operatori de 118. Le condizioni dell’uomo erano troppo gravi, trasportato in codice rosso al Niguarda di Milano, l’uomo è deceduto.

Le indagini degli investigatori

A colpire l’uomo un 37enne originario di Paderno Dugnano ed ora si trova in stato di fermo. Secondo quanto ricostruito, la vittima si è presentata nel cortile dell’ex senza preavviso.

Il nuovo compagno gli avrebbe chiesto di allontanarsi e tra i due sarebbe scaturita una lite finita con la coltellata.

Il 43enne è andato in arresto cardiocircolatorio e, durante il trasporto in ospedale, gli operatori del 118 hanno praticato le manovre di rianimazione, ma una volta arrivato in ospedale è deceduto. Al momento le indagini proseguono.