tartaruga

Giorgia è una tartaruga comune protagonista di uno straordinario salvataggio a Brindisi. Nella sfortuna di restare quasi uccisa dalla pesca a strascico, è scampata alla morte grazie al pronto intervento di una bambina, sua omonima. Si tratta di un magnifico esemplare di 60 anni che ha rischiato di morire nelle acque di Marina di Fasano, ma la piccola l’ha notato durante una gita in barca e ha allertato tutti.

Tartaruga salvata da una bimba

Giorgia è la bimba di 8 anni che ha salvato la tartaruga da una morte quasi certa, in provincia di Brindisi.

L’animale, scampato a una fine tremenda grazie alla sua prontezza, è stato ribattezzato come lei e ora può godersi la sua libertà dopo una disavventura ad alto rischio.

La piccola si trovava in gita in barca con la sua famiglia, quando avrebbe notato l’esemplare di Caretta caretta (che si è scoperto poi avere 60 anni) in serie difficoltà al largo della Marina di Fasano. La bambina ha richiamato l’attenzione di chi le stava intorno, riuscendo a far salvare la tartaruga (poi trasferita al Centro recupero tartarughe marine di Torre Guaceto).

Intrappolata per due volte nelle reti

I veterinari hanno scoperto che l’animale non riusciva a immergersi e sarebbe certamente morto nel giro di poco tempo. Soltanto l’intervento della sua coraggiosa salvatrice ha permesso di scongiurare il peggio. Due mesi dopo il ricovero, l’esemplare è stato rimesso in libertà con grande gioia della sua amichetta umana, che l’ha riaccompagnata esattamente dove tutto è cominciato.

Gli accertamenti hanno stabilito che Giorgia era finita nelle reti dei pescatori per ben due volte, prima di essere miracolosamente soccorsa. Così Giorgia-bambina ha salutato Giorgia-tartaruga, restituendo la sua bellezza e la sua purezza a quel mare dove una gita come tante l’ha vista trasformarsi in una piccola grande eroina.

Questa splendida creatura è stata davvero fortunata, ma non sempre le cose si risolvono in modo positivo.

Poche settimane fa, a Reggio Calabria, la morte della tartaruga Afrodite: era rimasta intrappolata in un cerchione di bicicletta.