Primi piani di Fiorello e Pippo Baudo

Una delle storie ricorrenti circa gli esordi di Fiorello in televisione è che Pippo Baudo lo bocciò a un provino per Fantastico 5, nel 1984.  La vicenda è stata confermata in varie interviste da Baudo stesso, che ha confermato come quella fosse l’unica volta in cui ha pensato di toppare nello scoprire un talento. Ma ora Fiorello, intervistato dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, ha rivelato alcuni retroscena di quella bocciatura.

Fiorello e il provino improvvisato

All’epoca, Fiorello lavorava come animatore nei villaggi e venne notato da Renato Greco, un coreografo della Rai che gli fece recapitare il messaggio “Baudo ti vuole incontrare”.

Fiorello si recò dunque a Roma, scoprendo solo lì di essere a un provino insieme a migliaia di persone. Senza nulla di preparato, senza aver mai affrontato un provino, Fiorello salì sul palco e disse “Scusate, mi sono sbagliato, io non volevo fare un provino.Solo che devo arrivare da dove sono arrivato e mi servono i soldi per il viaggio, potete rimborsarmelo subito?”.

La frase suscitò grandi risate da parte dei presenti, convinti che fosse parte di un monologo.

Fiorello continuò così per circa 40 minuti, fino al momento in cui Baudo lo stoppò e lo prese da parte.

Il confronto con Pippo Baudo: vera bocciatura?

Baudo ruppe il silenzio dicendo a Fiorello “Tu sei bravo. Sei bravo ma sei lungo” e aggiungendo “Se c’è una cosa che tu potresti fare è presentare Fantastico. Ma mi spiace, ci sono già io”.

Fiorello non venne preso per Fantastico, però di fronte alle sue recenti rivelazioni non si può parlare di vera e propria bocciatura da parte di Pippo Baudo. Fiorello riferisce che prese la frase sul parlare troppo come un complimento e la porta anche come testimonianza del vederci lontano da parte del Pippo nazionale.

In un solo incontro, infatti, è riuscito a prefigurare il tipo di carriera più adatta a Fiorello e a intravederne il potenziale. In più Fiorello rivela che effettivamente Baudo aveva visto qualcosa in lui: “Quando Pippo passò dalla Rai a Mediaset, mi chiamò per fare un programma insieme a lui”. Questo programma però non vide mai la luce, complice la breve e sfortunata parentesi di Baudo in Mediaset.

Il compleanno di Pippo Baudo

Fiorello, che ha definito Baudo come una vera e propria figura paterna, sarà tra gli ospiti che parteciperanno ai festeggiamenti per gli 83 anni d’età e i 60 anni di carriera di Pippo Baudo, previsti il 7 giugno, con la Rai che trasmetterà uno show evento per ripercorrere i momenti più belli di una carriera inimitabile.

Tanti gli ospiti previsti, tutti uniti a celebrare una delle figure più importanti della televisione italiana. Tra loro ci saranno tanti personaggi che in qualche modo sono stati scoperti da Pippo Baudo, come ad esempio, Magalli, Lopez e Solenghi, Giorgia, Tatangelo, Al Bano, Jovanotti, D’Alessio, Ficarra e Picone, Hunziker.

*immagine in alto: Fiorello e Pippo Baudo. Fonte/Rai (frame)