primo piano di kate middleton

Qualcuno, oltre la manica, ha preso il vizio di chiamarla “Calamity Kate“, offrendo un’immagine di Kate Middleton molto più comune e meno duchessa, il ritratto di una donna che si barcamena tra bimbi, cani e lavori domestici senza risparmiarsi. Sarà per questo che la duchessa di Cambridge viene immortalata spesso e volentieri con dei cerotti sulle dita?

Il culto del cerotto reale

Impeccabile nella sua semplicità, Kate Middleton quando si mostra in pubblico è per lo più inappuntabile. Una nobile eleganza alla quale si accompagna un portamento sofisticato, fine e dedito all’etichetta regale.

C’è però un piccolo dettaglio che sfugge dal quadro celestiale, catturando interamente l’attenzione di paparazzi e sudditi, ghiotti di scovare della normalità in tutta quella perfezione. E la quotidianità, i tabloid, l’hanno rintracciata sulle mani della Middleton, dove si agita la routine.

L’obsoleta normalità di Kate Middleton

Il lato umano di “Calamity Kate” è nascosto tra i cerotti che la Middleton sfoggia di frequente coniugati ai più vistosi cappelli floreali nonché ad invidiabili tiare, dissepolte direttamente dallo scrigno di Buckingham Palace.

Cerotti rotondi, quadrati tutti rigorosamente color carne.

E quando non si può indugiare sulle eccentricità, si corre ai ripari scovando dettagli banali che, su Kate Middleton, possono quasi apparire obsoleti. Una vera comitiva di investigatori si è messa all’opera e alla prova azzardando ipotesi sul perché la duchessa si mostri in pubblico sovente con le mani “acciaccate”.

Le risposte su ciò, ovviamente, non arrivano da palazzo ma si tratta più di illazioni che accorciano le distanze tra la Middleton e il popolo.

Calamity Kate, donna (fuori dal) comune

Nessuna patologia inconsueta e nessun mistero sconclusionato, dietro a quei cerotti si potrebbe nascondere in realtà tutta la semplicità di una duchessa che nel quotidiano è una mamma che si cimenta in giochi coi bimbi e una donna con la passione per il giardinaggio o che è solita alle escoriazioni mentre rassetta camerette e cucina.

C’è poi da dire che quei cerotti sarebbero forse meno evidenti se la manicure della duchessa non fosse sempre e categoricamente impeccabile. Anche le unghie della Middleton sono soggette all’etichetta reale, motivo per cui non potranno mai abbandonarsi a smalti fluorescenti o anche solo vagamente colorati.

I membri della royal family non possono trasgredire e anzi, debbono genuflettersi di fronte alle tinte di smalto meno appariscenti quali il rosa pallido se non del tutto trasparente.

Ecco però spiegato perché secondo molti la cara Catherine sarebbe una “calamità”, lasciandosi suggerire da quei cerotti l’immagine di una ragazza “tra le tante”, una combina guai casalinga che si mangia le pellicine e che si sfrega così tanto le mani da provocarsi leggere escoriazioni o che, tra scope e spazzoloni, incappa in qualche ferita. Insomma, quei cerotti sono un monito che ci ricordano quanto Kate sia una donna molto più comune di quanto si possa credere.